BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Quel 15 febbraio io c’ero”: la gioia dei bergamaschi a Dortmund fotogallery

Riviviamo la magia attraverso le foto che rimarranno impresse per sempre nella mente e nei cuori di tutti i tifosi come un tatuaggio indelebile

Bobo Juri Bosio:”A livello sportivo non credo di aver mai provato nulla di simile”

“Mezza curva è nostra: siamo 7-8000″ ci ha scritto Teo Ambiveri nella foto in compagnia di Zenone Alborghetti, Piero Hess e Nava Matteo

Luciana Rota e il Club Amici Boccaleone,partiti il mercoledì sera alle 22 con 3 pullman esauriti, non si arrendono neanche di fronte alla neve che li ha sorpresi nei pressi di Fehrbellin a circa 150 km dalla meta:” E chi ci ferma? Un’emozione fantastica, attesa da una vita!”

“Che partita…ho provato tristezza…gioia..supergioia..un po di delusione… tutto in una sera. Sul 2-1 nostro pensavo di morire. E stata una cosa indescrivibile. Ho pianto anche io, e ho visto piangere tante persone, mi viene la pelle d’oca a ripensarci” questo il pensiero di Cinzia Megna a Dortmund con il marito Marco Corti e gli amici Stefano e Nicola Carminati.

Non si scoraggiano assolutamente(e come dargli torto!) Mari, Michele, Walter e Rita che attendono già la sfida di Reggio Emilia:” Abbiamo solo posticipato la vittoria a giovedì prossimo”

“Se qualcosa non riesci a spiegarlo, allora è magia. Ho ancora negli occhi questi due giorni, quei 90 minuti. Ma li ho soprattutto nel cuore. E lì resteranno per il resto della mia vita. Grazie a chi era con me, agli amici incontrati là e grazie Atalanta mia per queste emozioni che tu non sai nemmeno di darmi.. oltre il risultato, YOU’LL NEVER WALK ALONE” un mix di emozioni che non dimenticherà mai raccontate da Marianna Martinelli.

Questi sono solo alcuni dei numerosi commenti e fotografie che abbiamo ricevuto da parte dei tifosi atalantini e che abbiamo cercato di raccogliere in un articolo e in un album ricchi di gioia.

8 voli charter, 1 treno speciale, circa 70 pullman a cui si aggiunge chi ha scelto di raggiungere la città tedesca con l’automobile o il van, tutti uniti nel nome della magica Atalanta verso la grande impresa.

Alla fine sul campo non è arrivata (anche se il 3-2 lascia ancora tutto aperto alla gara di ritorno) ma l’importante era essere presenti nel monumentale impianto Signal Iduna Park per poter un giorno raccontare a figli o nipoti con la sciarpa celebrativa in mano “Quel 15 febbraio io c’ero“.

In realtà due imprese sono state compiute: la prima è aver sovrastato letteralmente con cori incessanti da brividi e pel de poia il tanto famigerato “Muro Giallo”, la seconda è arrivata prima del match con la commozione del presidente Percassi mentre si godeva quello spettacolo che sono i tifosi neroazzurri. In quelle lacrime così belle, sincere piene di amore, passione e ringraziamento si è subito capito una cosa: gli atalantini hanno vinto a prescindere! Una notte magica, un atmosfera elettrizzante come in una favola, un esodo di oltre 5.000 tifosi atalantini destinazione Dortmund, una trasferta attesa con fermento da una vita, raccontata attraverso le immagini, video e parole dei protagonisti.

Riviviamola attraverso le foto che rimarranno impresse per sempre nella mente e nei cuori di tutti i tifosi come un tatuaggio indelebile.

Ecco il Muro NeroAzzurro!!!

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.