Petagna riprende Badelj: Atalanta e Fiorentina non si fanno troppo male - BergamoNews
1-1 a bergamo

Petagna riprende Badelj: Atalanta e Fiorentina non si fanno troppo male fotogallery

Il centravanti triestino toglie le castagne dal fuoco e regala ai nerazzurri, sotto per tutto il primo tempo, un punto comunque molto prezioso

Prima Badelj, poi Petagna: Atalanta e Fiorentina non si fanno troppo male nel posticipo delle 18 della 25^ giornata di serie A e si dividono la posta in palio.

Risultato giusto? Probabilmente sì, anche se i nerazzurri si devono mangiare un po’ le mani per la grande occasione capitata sul destro di Freuler poco prima del 90′, con lo svizzero che non ha centrato la porta per pochissimo.

Quello dell’Atleti Azzurri è stato un match tutto sommato equilibrato, con i viola che sono passati in vantaggio al 16′ con un sinistro di Badelj pochi minuti dopo aver sciupato clamorosamente il gol del vantaggio con Simeone.

L’Atalanta nel primo tempo ha giocato maluccio, è stata poco organizzata dal centrocampo in avanti e non si è potuta affidare al miglior Gomez (ancora in ritardo di condizione, molto meglio nella ripresa l’argentino). Al 45′, quando l’intervallo era ormai imminente, la capocciata di Petagna ha rimesso il risultato in parità.

Nel secondo tempo entrambe le squadre hanno provato a vincere, senza fortuna.

La Fiorentina è anche rimasta in dieci al 40′ per il doppio giallo sventolato da Maresca a Milenkovic, ma i nerazzurri non hanno trovato la forza e la lucidità per andare concretamente alla ricerca della rete del 2-1. Anzi, nel recupero hanno pure rischiato la beffa con Falcinelli che da ottima posizione non ha trovato la porta col sinistro.

Il punto guadagnato contro la Viola non va comunque buttato. Ora la testa torna al Borussia Dortmund: c’è un 3-2 da ribaltare al Mapei Stadium, giovedì.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it