BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ultimata la demolizione della Ex Ote, Bosatelli: “Primo passo verso Chorus Life” fotogallery video

Terminata a tempi di record la demolizione degli edifici nell'area ex Ote, dove sorgerà Chorus Life

Terminata a tempi di record la demolizione degli edifici nell’area ex Ote, dove sorgerà Chorus Life, il progetto di riqualificazione urbana concepito dal Cavaliere del Lavoro Domenico Bosatelli, presidente di Grupedil e dall’urban designer Joseph di Pasquale. Iniziati lo scorso novembre, i lavori di demolizione sono stati affidati a Despe, con il coordinamento di Immobiliare Percassi.

“Il completamento della fase di demolizione – afferma Domenico Bosatelli – rappresenta un primo importante passo per la realizzazione di Chorus Life. Siamo fiduciosi per la collaborazione e la professionalità dimostrata da tutti i soggetti istituzionali coinvolti. Negli scorsi mesi abbiamo ultimato anche la progettazione definitiva, coinvolgendo nel gruppo di lavoro i più importanti professionisti del comparto. Ci auguriamo che i tempi burocratici legati all’ottenimento del permesso a costruire possano essere accelerati per procedere con l’assegnazione degli appalti”.

Grazie ad un innovativo sistema immobiliare che coniuga l’edilizia, l’architettura e le tecnologie digitali più avanzate, Chorus Life rappresenta un modello di aggregazione socio-economica che migliora il benessere e la qualità di vita degli individui offrendo un’importante opportunità di sviluppo e crescita economica. Grazie a un’organizzazione intelligente degli spazi e a una tecnologia pensata al servizio delle persone, in Chorus Life le differenti generazioni potranno condividere gli stessi spazi; l’assenza di barriere architettoniche e l’alta densità relazionale, favoriranno le condizioni per una migliore qualità di vita basata sul benessere della persona integrata in società. La grande agorà centrale, l’arena multifunzionale, gli esercizi commerciali e le strutture per l’ospitalità e il wellness (hotel, centro benessere, palestra) saranno al servizio dell’intera provincia, ridefinendo l’identità stessa del tessuto cittadino.

Il progetto non solo rilancia il settore delle costruzioni, creando nuova occupazione, ma costituisce anche una sfida all’innovazione, aprendo le porte alla riqualificazione del patrimonio edilizio di aree dismesse e delle periferie metropolitane europee. Un modello imprenditoriale replicabile che punta alla qualità dei servizi offerti coniugando gli investimenti privati con l’interesse pubblico.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.