BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Moioli d’oro, le lacrime di gioia del tecnico: “Che emozione, è la più forte di tutte”

Il tecnico della bergamasca trattiene a stento l'emozione anche a ore di distanza: "Ha fatto qualcosa di grandioso, ha gestito e dominato ogni round".

“Michela ha fatto qualcosa di grandioso, ha dimostrato di essere la numero uno, la migliore di tutte”: dalla medaglia d’oro di Michela Moioli nello snowboardcross (LEGGI QUI) a Pyeongchang sono già passate oltre cinque ore ma nelle parole e nella voce di Cesare Pisoni, il direttore sportivo azzurro dello snowboard e suo allenatore, c’è ancora tutta l’emozione di quel momento storico. 

La 22enne di Alzano Lombardo ha riportato in terra bergamasca un oro olimpico che mancava da 34 anni, dall’impresa di Paola Magoni nello slalom di Sarajevo ’84: un successo meritato, fortemente voluto e forse arrivato anche con quattro anni di ritardo visto che a metterle i bastoni tra le ruote a Sochi fu solamente la sfortuna.

“Questa medaglia è frutto del lavoro, dell’impegno, della sua capacità di rialzarsi più forte di prima dagli infortuni – continua Pisoni – Michela ha fatto il massimo e ottenuto il massimo che uno sportivo può ottenere: ha solo 22 anni ma sportivamente è già matura da tempo. Al traguardo era felicissima, mi ha detto che era la giornata più bella della sua vita”. 

Michela Moioli

Nella notte italiana Michela Moioli ha aggiunto al suo già splendido palmares la gemma più importante e luminosa: il titolo di campionessa olimpica arricchisce una bacheca dove facevano già bella mostra una Coppa del Mondo e due medaglie mondiali.

“Credo che Michela sia un esempio per le nuove generazioni che si avvicinano a questo sport – spiega il tecnico – Ha dimostrato che lo snowboard è uno Sport con la ‘S’ maiuscola. Confesso che al traguardo non sono riuscito a trattenere le lacrime, è la più forte di tutte. Ha gestito e dominato ogni round, ha corso in modo molto intelligente. E a differenza delle sue avversarie ha fatto una scelta importante e coraggiosa, quella di continuare a gareggiare in Coppa del Mondo senza mai risparmiarsi, sfruttando quelle gare per preparare l’appuntamento olimpico. Una scelta che ha pagato perchè oggi si trova un oro olimpico al collo e in vetta alla classifica di Coppa”. 

L’emozione è ancora forte, la si percepisce chiaramente anche se di mezzo c’è un telefono: “Ora andiamo a Medals Plaza, poi a festeggiare a Casa Italia”.

Michela Moioli

(foto Fisi.org)

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.