BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La difesa balla troppo, ma davanti Ilicic regala uno spettacolo più unico che raro

Dietro si salva solo Masiello: Toloi e Caldara finiscono dietro la lavagna. Bene anche Spinazzola e de Roon

BERISHA 6: Di lui conosciamo pregi e anche qualche difettuccio. Doveva riscattarsi da qualche recente prestazione non all’altezza. Ben si comporta su tiro da fuori di Schuzzle al 40’.  Sui gol ci vorrebbe qualcosa di più del minimo sindacale.

TOLOI 5: Gravi errori nei disimpegni che procurano il secondo e il terzo gol del Borussia.

CALDARA 5,5: Non arriva al tapin al 12’, 99 volte su 100 lo avrebbe fatto. Troppo corretto si fa picchiare dal diretto avversario. Ci penserà Chiellini a dare qualche consiglio. Non impeccabile.

PALOMINO S.V.: Dall’84’.

MASIELLO 6,5: Non commette errori gravi e rimane lucido per tutta la partita. Tenta anche di proporsi in uscita dall’area. Si salva rispetto ai compagni di reparto.

HATEBOER 6: Positivo. Dalla sua parte poche le occasioni concesse. Più volte riparte con decisione.

DE ROON 6,5: Mostra tranquillità in ogni momento. Difende e attacca. Mai domo.

FREULER 5,5: Perde qualche palla di troppo. Grave l’errore che genera il vantaggio del Borussia. Non il solito Freuler.

SPINAZZOLA 6,5: L’aria di Europa lo riporta alla ribalta. Offre fin dall’inizio una palla gol al Papu che non sfrutta. Ci riprova con Ilicic al 52’ che lo ripaga meglio del Papu.

CRISTANTE 6: Spesso costretto a fare l’attaccante. Va vicino al gol al 12’ su assist di Ilicic.

ILICIC 8: Fantastico. Grande voglia. Palla gol per Cristante al 12’ che non sfrutta. Decide di fare da solo e ci regala una doppietta che illude il popolo neroazzurro. Rigore solare su di lui che la Var avrebbe assegnato.

PETAGNA S.V.: Dall’88’.

GOMEZ 5: Compiva 30 anni. Non convince. Lo sa e reclama ad Ilicic palle basse, che non prende mai…

GOSENS S.V.: Dal 75′. Emozione per un tedesco in campo a casa propria.

 

GASPERINI 7: Un sogno diventato realtà. Altra cosa starci, in partita s’intende. L’Atalanta vista a Dormurtd non ha nulla da rimproverarsi. Gasperini senza essere un mago rinuncia al centroavanti statico per sorprendere i centrali tedeschi piuttosto lenti. E Ilicic attaccante mette scompiglio nella difesa avversaria. “Non c’è gloria senza pericolo” aveva premesso in conferenza stampa. Nel dopo la risposta che conta: “Siamo vivi”. E comunque manca un rigore che avrebbe cambiato la partita. L’Europa è anche questo, specie quando incontri una grande come il Borussia.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.