Faceva prostituire due giovani sorelle: arrestato 41enne - BergamoNews
Valle imagna

Faceva prostituire due giovani sorelle: arrestato 41enne

In manette G.D. Le accuse: rapina, lesioni, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione di due sorelle romene rispettivamente di 22 e 25 anni

È stato arrestato lunedì 12 febbraio dai Carabinieri della Compagnia di Zogno G.D., 41enne italiano residente a Strozza con precedenti specifici. Le accuse comprendono rapina e  lesioni, ma si indaga pure per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione di due sorelle romene, rispettivamente di 22 e 25 anni.

Stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, gli ‘affari’ dell’uomo non andavano esattamente a gonfie vele. Così, lunedì, forse in preda alla rabbia, avrebbe aggredito la più grande delle sorelle, procurandole lesioni per sette giorni di prognosi, rubandole il telefono cellulare e intascandosi una somma pari a circa 160 euro, con molta probabilità derivanti dall’attività illecita.

La giovane ha però avuto il coraggio di denunciare quanto subito alle autorità, che in breve tempo hanno svolto le indagini trovando nella casa dell’uomo sia il telefono cellulare che la refurtiva. Nella mattinata di mercoledì 14 febbraio la convalida dell’arresto con obbligo di dimora a Strozza.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it