BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il monologo di Favino dà la scossa al Festival – Video

Il graffio finale di un grande attore di grande umanità

Più informazioni su

PierFrancesco Favino ha fatto sobbalzare chi sonnecchiava sul divano guardando la finale di un lunghissimo Festival di Sanremo. L’attore, sorpresa per l’Ariston (ma non per chi frequenta le sale cinematografiche e i teatri), ha interpretato uno straniero “preso a calci” da qualunque parte vada, senza patria, senza una casa da sentire sua. Tratto da La notte poco prima della foresta di Bernard-Marie Koltès, storia di estraneità e di esclusione, appena andata in scena all’Ambra Jovinelli di Roma. Recitato in un crescendo di emozione, fino ad avere le lacrime agli occhi, il monologo di Favino dà voce a un escluso, arrabbiato, disperato, ma con ancora dentro tanta umanità. Quell’umanita che manca a tanti di noi, a troppi. E che non può non farci pensare al giovane clochard trovato senza vita in pieno centro a Bergamo.

Il video

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.