Quantcast
Il papà: "Così Daniele è nato in auto, l'ho avvolto in una sciarpa: l'unica cosa calda che avevamo" - BergamoNews
Clusone

Il papà: “Così Daniele è nato in auto, l’ho avvolto in una sciarpa: l’unica cosa calda che avevamo”

Il piccolo Daniele, il bambino nato in auto nel pomeriggio di martedì 6 febbraio a Clusone, pesa 3 chili e 640 grammi e sta bene.

Il piccolo Daniele, il bambino nato in auto nel pomeriggio di martedì 6 febbraio a Clusone, pesa 3 chili e 640 grammi e sta bene.

A confermarlo è il padre, Paolo Messa: “Inizialmente io e mia moglie ci siamo spaventati molto, soprattutto perché non sapevamo cosa fare; non abbiamo fatto in tempo a raggiungere l’ospedale e il bimbo è nato praticamente in auto. Ho avvolto Daniele in una sciarpa, l’unica cosa calda che avevamo a disposizione, e l’ho messo in braccio alla sua mamma. Mi sono subito messo in contatto con il 118 chiedendo aiuto e, fortunatamente, l’arrivo dell’ambulanza è stato tempestivo. I sanitari hanno controllato madre e bambino per poi trasportarli all’Ospedale Locatelli di Piario”.

Una volta giunti in ospedale, il personale medico ha effettuato tutti i controlli ed è stato tagliato il cordone ombelicale: proprio per questo motivo, Daniele è ufficialmente nato all’Ospedale Locatelli di Piario.

Paolo Messa e Valeria Poletti, cittadini di Clusone, sono già genitori di una bimba di tre anni, Federica e – nel pomeriggio di martedì 6 febbraio – hanno dato il benvenuto al mondo al secondogenito Daniele in un modo del tutto originale.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI