Quantcast
Una campata unica di 52 metri: ecco la nuova passerella ciclopedonale sul Serio - BergamoNews
A gorle

Una campata unica di 52 metri: ecco la nuova passerella ciclopedonale sul Serio fotogallery

Una barra unica di acciaio lunga 52 metri che attraverserà il fiume Serio. Un cantiere di 26 settimane che si aprirà a fine anno. Un investimento di circa 770 mila euro reso possibile grazie alla collaborazione tra i 3 Comuni (Gorle, Scanzorosciate e Pedrengo), la Provincia di Bergamo, il Consorzio di Bonifica e il BIM.

Una barra unica di acciaio lunga 52 metri che attraverserà il fiume Serio. Come un tronco su un ruscello. L’idea avveniristica è dell‘architetto Attilio Gobbi che con gli ingegneri Giovanni Zappa e Franco Melocchi hanno tracciato il progetto della passerella ciclopedonale che costeggerà a nord il ponte Marzio a Gorle.

Nella serata di martedì 6 febbraio il Consiglio Comunale di Scanzorosciate ha varato l’accordo di programma definitivo per la realizzazione dell’opera tra i Comuni di Scanzorosciate, Pedrengo e Gorle. Un investimento di circa 770 mila euro frutto di una collaborazione tra i tre Comuni, la Provincia di Bergamo, il Consorzio di Bonifica e il BIM (Bacino Imbrifero Montano). Il cantiere dovrebbe aprirsi entro fine anno, 26 settimane in tutto per unire le tre parti della lunga barra di acciaio e montarla grazie a due gru.

“L’idea dalla quale siamo partiti per questo progetto è quella di attraversare il fiume Serio con un gesto più semplice e adatto alle caratteristiche dei luoghi: nella sostanza si tratta di una semplice barra di acciaio, innestata tra le due sponde, entro la quale si potrà camminare e osservare il paesaggio, come se si stesse attraversando il fiume in equilibrio su un tronco appoggiato tra le ripe – spiega l’architetto Attilio Gobbi -. Così, a nostro avviso, è più semplice rispettare la presenza e l’identità dell’antico ponte Marzio, e allo stesso tempo dissolvere il nuovo intervento artificiale nel paesaggio naturale del fiume”.

“Abbiamo quindi ideato un ponte composto due travi parallele di sezione praticamente rettangolare, in metallo – continua Gobbi -. Il metallo è di tipo corten, una materia percettivamente calda, che offre il migliore rapporto tra costi, prestazioni e poca manutenzione. L’altezza di queste travi è di circa un metro e ottanta centimetri, la lunghezza è di 52 metri. Le travi sono inserite nel contesto di intervento senza che si noti il basamento in cemento armato che le supporta, e di modo che il parapetto del ponte attuale sia alla medesima altezza di quello del ponte antico”.

“Quest’opera per Scanzorosciate è il primo passo per realizzare una seconda opera pubblica: una pista ciclabile e il marciapiede in via Corso Europa e in via Marconi per poi collegare la rete ciclabile del Plis Serio Nord e la ciclovia per la Valle Seriana – afferma il sindaco di Scanzorosciate Davide Casati -. Entro la prima settimana di marzo contiamo di avere il progetto esecutivo, quindi la validazione e l’avvio della procedura per il bando d’appalto”.

Il cantiere si dovrebbe aprire a fine anno e avrà una particolarità: le tre parti dell’intera barra di acciaio verranno unite, chiudendo una parte della strada che collega Gorle a Scanzorosciate, per poi essere montata in due giorni grazie a due possenti gru che saranno installate sulla riva del fiume Serio. La passerella è dotata di illuminazione, la foratura dei pannelli metallici di calpestio consentirà inoltre che una debole luce dal ponte cada anche sul fiume, trasformando la nuova struttura in un elemento di valorizzazione serale e notturna delle acque e delle sponde.

“Per evitare la formazione di ghiaccio nei giorni più freddi dell’anno è stato valutato un sistema con apparecchi a infrarossi collocati sotto il piano di calpestio – conclude l’architetto Gobbi – che segnalerà ai cittadini la presenza in quel momento di condizioni di pericolo per la possibile formazione di ghiaccio”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI