BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega Nord, si presentano i candidati: “Uniti nel segno dell’autonomia” foto

Belotti: "Ora come non mai il collegio cittadino è importante per le regionali, poiché provengono due candidati regionali. In particolare per Gori, qualora giungesse una sconfitta, questa porterebbe conseguenze evidenti. A quel punto qualcuno potrebbe chiederne le dimissioni"

“Ci presentiamo alle elezioni politiche e regionali con una squadra competitiva, legata dal tema dell’autonomia lombarda”. Con queste parole il segretario provinciale della Lega Nord Daniele Belotti ha presentato i candidati bergamaschi del Carroccio in corsa alle prossime elezioni regionali del 4 marzo all’interno della conferenza stampa tenutasi nel pomeriggio di lunedì 5 febbraio alla sede cittadina di Via Cadore.

Nel corso dell’incontro, Belotti ha spiegato come l’obiettivo primario della rosa presentata sia proprio l’autonomia: “Con il referendum si è iniziato un percorso lo scorso 4 dicembre, ma per portarlo a termine occorre la conferma sia da parte del prossimo presidente del consiglio regionale, sia da parte del prossimo presidente del consiglio. Per questo motivo la corsa della Lega alle elezioni regionali e politiche sarà unita. Nel caso vi fossero come presidenti Attilio Fontana e Matteo Salvini – aggiunge Belotti – la partita sull’autonomia si risolverebbe in poco tempo”.

All’interno della lista sono presenti numerosi amministratori del territorio: “A differenza di altre forze politiche abbiamo scelto di candidare sindaci giunti al secondo mandato – prosegue Belotti -. Non abbiamo intenzione di riportare al voto cittadini dopo pochi anni dall’elezione del proprio sindaco e per questo abbiamo preso questa scelta”.

Lega Nord

Oltre all’autonomia, fra gli obiettivi proposti dai candidati la collaborazione fra territori, ma anche l’attenzione al mondo delle imprese e la riforma sanitaria. Come spiega Roberto Anelli, consigliere regionale uscente: “Si è fatto molto in questi cinque anni, ma proprio per questo c’è molto da fare ancora. Occorre portare a termine la riforma sanitaria, giunta ormai al terzo step e all’interno della quale ci occuperemo di malattie croniche, ma anche la riforma del sistema Aler sulle case popolari, che ha visto l’inserimento dei criteri di residenzialità nel comune e nella regione. E, si spera, nella creazione di un assessorato per la montagna, visto che il 50% del territorio lombardo è coperta da montagne”.

Dieci i candidati in corsa in sostegno di Attilio Fontana: il sindaco di Spirano Giovanni Malanchini, il vicesindaco di Martinengo Monica Mazzoleni, il consigliere regionale uscente Roberto Anelli, la presidente dell’associazione “Terre di San Marco” Luciana Frosio Roncalli, l’imprenditore Alberto Finazzi, l’avvocato Raffaella Bordogna ed i consiglieri comunali Albino Vian (Gandino), Pierguido Vanalli (Pontida), Alex Galizzi (Camerata Cornello) e la commercialista Beatrice Mascheretti, già Consigliere comunale a Zanica.

In conclusione Belotti ha confermato l’importanza del collegio di Bergamo: “Ora come non mai il collegio cittadino è importante per le elezioni regionali poiché da esso provengono due candidati regionali – illustra il segretario provinciale – In particolare per Giorgio Gori qualora giungesse una sconfitta, questa porterebbe conseguenze evidenti ed a quel punto qualcuno potrebbe chiederne le dimissioni”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.