BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni Politiche 2018: quando si vota e chi sono i candidati

Abbiamo deciso di proporvi una carrellata di ritratti di candidati premier, a cui abbiamo allegato, partito per partito, la lista dei bergamaschi che correranno verso Palazzo Madama e verso Palazzo Montecitorio

Più informazioni su

Il prossimo 4 marzo circa 50 milioni di italiani saranno chiamati a votare per il rinnovo del parlamento. Numerose sono le liste che correranno nel corso della tornata elettorale e parecchi anche i possibili candidati a sostituire Paolo Gentiloni alla carica di Presidente del Consiglio dei Ministri, per cui abbiamo deciso di proporvi una carrellata di ritratti di candidati premier, a cui abbiamo allegato, partito per partito, la lista dei bergamaschi che correranno verso Palazzo Madama e verso Palazzo Montecitorio.

Coalizione Centro – Sinistra (Partito Democratico, Civica Popolare, +Europa, Insieme)

Matteo Renzi

Matteo Renzi ospite di Aruba

Nato l’11 gennaio 1975 a Firenze, Matteo Renzi cresce a Rignano sull’Arno e studia al Liceo Ginnasio “Dante Alighieri” di Firenze dove consegue la maturità classica, mentre nel 1999, all’Università degli Studi di Firenze, consegue la laurea in giurisprudenza. Appassionato di politica sin dai tempi del liceo, Matteo contribuisce nel 1996 si iscrive al Partito Popolare Italiano e nel 1997 diviene il segretario giovanile provinciale, mentre nel 1999 diviene segretario provinciale a 24 anni. Nel 2004 viene eletto presidente della Provincia di Firenze e rimane in carica sino al 2009 quando diviene sindaco di Firenze. Nel 2012 si presenta alle primarie del Partito Democratico per elezioni politiche del febbraio 2013, ma al ballottaggio viene sconfitto dal segretario del partito Pierluigi Bersani, divenuto candidato premier democratico. Dimessosi Bersani nella primavera 2013 in seguito alla mancata costituzione di un governo post – elettorale, Matteo Renzi si candida nuovamente alle primarie del PD e nell’autunno dello stesso anno vince, battendo Gianni Cuperlo e Giuseppe Civati, divenendo il nuovo segretario. A seguito delle dimissioni di Enrico Letta da presidente del Consiglio, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lo nomina premier, carica che manterrà sino al 4 dicembre 2016 quando, in seguito alla sconfitta nel referendum costituzionale, si dimetterà, lasciando il posto al ministro degli esteri Paolo Gentiloni. In seguito a nuove primarie Matteo Renzi viene confermato segretario nazionale del Partito Democratico il 30 aprile 2017 ed in seguito viene scelto come candidato premier per la coalizione di centro – sinistra.

Candidati bergamaschi

Partito Democratico  

+Europa

Coalizione Centro – Destra (Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi d’Italia)

Matteo Salvini (Lega Nord)

salvini
 

Nato a Milano il 9 marzo 1973, Matteo Salvini cresce nella città meneghina e frequenta il Liceo Classico “Alessandro Manzoni” di Milano, conseguendo la maturità classica prima di iscriversi alla facoltà di scienze politiche dell’Università degli Studi di Milano, dove frequenta il primo anno prima di passare alla facoltà di storia. Nel 1990 si iscrive alla Lega Nord, di cui diviene militante l’anno successivo, e nel 1993 è eletto consigliere comunale nella sua città con la lista di Marco Formentini, carica che ha mantenuto sino al 2013, prima di esser rieletto nel 2016. Nel 1997 inizia la sua carriera giornalistica come cronista del quotidiano “La Padania” e l’anno successivo viene scelto come segretario provinciale della Lega Nord fino al 2004, quando viene eletto come deputato al Parlamento Europeo sino al 2006, quando diviene per la seconda volta consigliere comunale a Milano, oltre che capogruppo del partito in consiglio. Nel 2008 viene eletto alla Camera dei Deputati, ma dopo solo un anno lascia l’incarico preferendo il secondo mandato al Parlamento Europeo di cui fa parte tutt’ora, mentre nel 2012 diviene segretario federale della Lega Nord, di cui è stato riconfermato nel 2017.

Candidati bergamaschi

Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia)

Giorgia Meloni
 

Nata a Roma il 15 gennaio 1977, cresce nel quartiere della capitale “Garbatella” e, dopo aver frequentato il liceo linguistico, nel 2006 diviene giornalista professionista. Il suo impegno politico inizia a 15 anni, nel 1992, aderendo all’organizzazione giovanile del Movimento Sociale Italiano “Fronte della Gioventù”, prima di divenire responsabile nazionale del movimento studentesco “Azione Studentesca” nel 1996. Nel 1998 viene eletta consigliere provinciale della Provincia di Roma, dove rimane fino al 2002, mentre nel 2004 diviene presidente del movimento giovanile “Azione Giovani”, legato ad “Alleanza Nazionale”. A 29 anni, nel 2006, viene eletta come deputata alla Camera e nel 2008 diviene ministro per la gioventù sotto il quarto governo Berlusconi, tuttavia nel 2012 lascia il Popolo delle Libertà in dissenso con la scelta del Cavaliere di non svolgere primarie e fonda un nuovo movimento, Fratelli d’Italia, di cui diverrà presidente nel 2014. Il 3 dicembre 2017 viene confermata presidente del partito e candidata premier per Fratelli d’Italia.

Candidati bergamaschi

Antonio Tajani (?) (Forza Italia)

Antonio Tajani in Confindustria Bergamo
 

Nato a Roma il 4 agosto 1953, frequenta il Liceo Classico “Torquato Tasso” della capitale e, dopo aver ottenuto la maturità classica, si laurea in giurisprudenza all’Università “Sapienza” di Roma. Dopo aver frequentato un corso di alta specializzazione della difesa aerea, diviene ufficiale dell’Aeronautica Militare ed è controllore della difesa aerea nella base radar di San Giovanni Teatino. Giornalista professionista, è stato inviato parlamentare per “Il Settimanale”, conduttore del GR1 in Rai, oltre che inviato speciale in Libano, Unione Sovietica e Somalia. Militante nel movimento “Fronte Monarchico Giovanile”, nel 1994 Antonio Tajani fonda Forza Italia, partito per il quale viene eletto europarlamentare nello stesso anno, mantenendo la carica sino al 2008, quando ricopre la carica di commissario europeo ai trasporti, prima di divenire nel 2010 commissario europeo all’industria. Alla conclusione del mandato viene rieletto al Parlamento Europeo nel 2014 fra le fila di Forza Italia e rimane sino al 2017, quando viene scelto come presidente dell’organo europeo, in sostituzione a Martin Schulz.

Candidati bergamaschi

Raffaele Fitto (Noi con l’Italia – UDC)

raffale fitto
 

Nato a Maglie il 28 agosto 1969, dopo aver conseguito la maturità scientifica nel 1987, si laurea in Giusprudenza nel 1994. Militante della Democrazia Cristiana, nel 1990 viene eletto consigliere regionale in Puglia, ruolo riconfermato nel 1995 fra le fila di “Cristiani Democratici Uniti”, partito con cui diventa assessore e vicepresidente regionale. Nel 1999 viene eletto come europarlamentare con Forza Italia, ruolo da cui si dimette nel 2000 in seguito all’elezione a governatore della Regione Puglia. Non confermato come governatore nel 2005, Fitto nel 2006 diventa deputato alla Camera e rimane in carica sino al 2014, anno in cui diventa europarlamentare, periodo in cui ricopre anche il ruolo di ministro per i rapporti con le regioni dal 2008 al 2011. In dissenso con Silvio Berlusconi, nel 2015 lascia Forza Italia e costituisce al Senato un nuovo gruppo parlamentare, “Conservatori e Riformisti”. Il 19 dicembre 2017, in compagnia di Maurizio Lupi, Enrico Costa, Saverio Romano, Enrico Zanetti e Flavio Tosi da’ vita a “Noi con l’Italia” e ne diviene presidente.

Candidati bergamaschi

Camera dei deputati

Collegio Uninominale

Maurizio Lupi (Milano, 3 Ottobre 1958; deputato) Collegio Merate

Movimento 5 Stelle

Luigi di Maio 

di maio
 

Nato ad Avellino il 6 luglio 1986, ma residente a Pomigliano d’Arco, si diploma al liceo classico prima di iscriversi alla facoltà di ingegneria, prima di passare alla facoltà di giurisprudenza presso l’Università “Federico II” di Napoli, non riuscendo tuttavia senza portare a completare gli studi. Nel 2007 diviene giornalista pubblicista e inizia la militanza nelle fila del Movimento Cinque Stelle. Alle elezioni politiche del 2013 viene eletto come deputato alla Camera dei Deputati e viene scelto anche come vicepresidente della camera più bassa, il più giovane della storia. Nel settembre 2017 si candida alle primarie del Movimento 5 Stelle e viene scelto come candidato premier.

Candidati bergamaschi

Liberi e Uguali

Pietro Grasso

pietro grasso
 

Nato a Licata l’1 gennaio 1945, vive a Palermo e sin da giovane manifesta la volontà di diventare magistrato. Ottenuta la maturità classica al Liceo Classico “Giovanni Meli” di Palermo, si iscrive alla facoltà di giurisprudenza dell’università del capoluogo siciliano dove si laurea nel 1966, entrando in magistratura nel 1968, divenendo pretore alla prefettura di Barrafranca prima di trasferirsi al tribunale di Palermo nel 1971. Nel 1980 è titolare dell’inchiesta sulla morte del presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella, mentre nel 1985 è incaricato giudice a latere nel maxi processo a Cosa Nostra. Nel 1999 viene nominato procuratore di Palermo, e vi rimane sino all’11 ottobre 2005, quando viene chiamato a ricoprire la carica di procuratore nazionale antimafia, incarico che manterrà sino al 28 dicembre 2012, quando annuncia di candidarsi alle elezioni nazionali del 2013 fra le fila del Partito Democratico al Senato della Repubblica, dove viene eletto. Nello stesso anno viene anche nominato presidente del Senato stesso e ricoprirà la seconda carica dello stato sino alla conclusione del suo mandato. Nel dicembre 2017 lascia il PD e lancia la lista “Libera e Uguali”, con cui si candida come premier per le elezioni politiche del 4 marzo prossimo.

Candidati bergamaschi

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.