BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aggredisce i carabinieri dopo il controllo antidroga: arrestato, verrà espulso

Si tratta di un 36enne di origine marocchina sul quale da mesi pendeva un ordine di espulsione.

Su di lui pendeva un ordine di espulsione da eseguire, già convalidato dal Giudice di Pace di Bergamo, ma sino a questo momento rimasto inapplicato dopo che aveva fatto perdere le proprie tracce: sabato,però, i Carabinieri della Compagnia di Treviglio durante un mirato servizio antidroga l’hanno bloccato a Martinengo dove abitava con la moglie.

Lo straniero in questione protagonista della vicenda, un 36enne marocchino con precedenti per droga e anche per reati contro la persona, alla vista dei militari del Nucleo Operativo di Treviglio e dei carabinieri della Stazione di Martinengo ha reagito violentemente, cercando in particolare di disfarsi dello stupefacente e del cellulare.

Dopo una prolungata colluttazione ingaggiata con i militari dell’Arma avvenuta in via Caselle, davanti tra l’altro a diverse persone occasionalmente in transito in quella zona in quel momento, l’uomo è stato bloccato e così arrestato in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate, oltre che ovviamente la contestazione per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri hanno recuperato alcuni grammi di hashish, precedentemente appunto gettati a terra dal magrebino ed anche il telefono cellulare, quest’ultimo probabilmente utilizzato dal 36enne per contattare i clienti ai quali avrebbe poi ceduto la droga.

Due militari dell’Arma hanno riportato una settimana di prognosi ciascuno in conseguenza delle contusioni riportate a causa della brutale reazione avuta nei loro confronti dall’extracomunitario, irregolare sul territorio nazionale.

Su disposizione del PM di turno, il marocchino è stato quindi ristretto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Treviglio, in attesa dell’udienza di convalida prevista, per direttissima, per la mattinata di lunedì.

Dopo la convalida, il 36enne verrà infine accompagnato in Questura a Bergamo per la successiva immediata espulsione coattiva, in ragione del precedente provvedimento di rimpatrio già esecutivo.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.