• Abbonati
Il convegno

Calcolatrici grafiche in seconda prova: l’approfondimento all’Einaudi di Dalmine

Mercoledì 31 gennaio 2018, si è tenuto nell’Aula Magna dell’Istituto superiore Luigi Einaudi di Dalmine, il convegno “Vedere la matematica”, organizzato dalle docenti Cristina Arienti e Alice Rovaris, che hanno voluto presentare il progetto di alternanza scuola-lavoro della classe 3 AL del Liceo Scientifico.

Sono intervenuti il Dirigente scolastico Maria Nadia Cartasegna, il sindaco del comune di Dalmine, Lorella Alessio, a rappresentare “BergamoScienza” Matteo Salvi, Raffaella Di Rienzo, Product Manager Office School Equipment di Casio Italia e Massimo Esposito, direttore generale per gli ordinamenti scolastici del MIUR.

Il tema affrontato è stato l’introduzione delle calcolatrici grafiche nella seconda prova di maturità dei Licei Scientifici, secondo l’ordinanza del Ministero dell’Istruzione n. 257 dello scorso 4 maggio 2017.

Il convegno si è aperto con i saluti della Dirigente scolastica, che ha introdotto i lavori accogliendo ospiti e partecipanti. La professoressa Cartasegna ha espresso la sua soddisfazione nel poter presentare gli ospiti per discutere dei rapporti tra scuola e territorio. Anche il sindaco si è dichiarato compiaciuto nel vedere realizzati nel territorio progetti di alternanza, che permettono ai ragazzi, spesso in collaborazione con le realtà locale, di sperimentare il mondo del lavoro.

A questo proposito Matteo Salvi ha parlato della pluriennale esperienza di BergamoScienza spiegando come il Science Center di Bergamo si propone come luogo di “divulgazione scientifica 365 giorni l’anno”. È quest’ultima la sede che ospiterà l’attività di alternanza durante la quale gli studenti della 3AL terranno dei laboratori sull’uso della calcolatrice grafica rivolti ad alunni di quinta Liceo Scientifico. L’attività risulta particolarmente interessante in quanto dallo scorso anno anche le calcolatrici grafiche possono essere utilizzate durante la seconda prova di matematica.

L’ispettore Massimo Esposito, ospite di riguardo, ha ricordato che la Seconda prova dell’Esame di Stato è finalizzata alla valutazione delle competenze e non solo delle abilità degli studenti e proprio per questo è stato possibile inserire l’utilizzo di questi ausili elettronici. Di fronte alle perplessità di alcuni docenti presenti, che contestavano il fatto che questi mezzi potessero facilitare l’esecuzione della prova con le loro funzionalità, Esposito ha ribattuto che il ragionamento non verrà rimpiazzato, bensì supportato. Infatti le calcolatrici sono degli strumenti, mezzi potenti, ma limitati, a disposizione dell’utente, che, a partire dalle conoscenze acquisite, deve farne un uso consapevole: la possibilità di risparmiare tempo sul calcolo permette di lasciare maggiore spazio al ragionamento matematico.

Raffaella di Rienzo si è soffermata sull’importanza della collaborazione tra Casio Italia e il mondo della scuola. Le idee dei docenti coinvolti in attività di sperimentazione sono indispensabili per migliorare le offerte e realizzare prodotti sempre più utili.

Il convegno si è concluso con una breve lezione sull’utilizzo pratico della calcolatrice tenuta dalla professoressa Cristina Arienti, formatrice Casio, nonché ideatrice di questo progetto di alternanza, aiutata dagli alunni della 3AL.

Attraverso la promozione delle calcolatrici grafiche, l’obiettivo è stimolare l’avvicinamento alla matematica come mezzo di descrizione del mondo, costantemente al passo con i tempi.

Sofia Allegrini, Angelica Battaglia, Eleonora Brevi

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI