BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Macerata, sparatoria contro gli africani: 6 feriti, fermato 28enne italiano

Luca Traini nel 2017 si era candidato alle elezioni comunali di Corridonia, in lista con la Lega Nord

Attimi di terrore verso le 11 di sabato 3 febbraio a Macerata, dove un uomo di 28 anni ha sparato dalla propria auto in corsa in alcune zone della città, ferendo sei persone, tutti africani, e colpendo negozi ed edifici.

Luca Traini, originario di Tolentino, incensurato, fisico atletico, capelli rasati, è stato bloccato dai carabinieri dopo oltre un’ora in piazza della Vittoria, davanti al Monumento ai Caduti. Braccato dai militari, si è tolto il giubbotto e si è messo sulle spalle una bandiera italiana. Poi è salito sui gradini del monumento in piazza, si è girato e ha fatto il saluto romano. Al momento dell’arresto ha ammesso di essere l’autore del gesto.

I feriti sono cinque uomini e una donna, tutti originari dell’Africa subsahariana e di età compresa tra i 21 e i 33 anni. Quattro di loro, tra cui la donna, sono già stati dimessi. Le altre due vittime sono in condizioni più gravi: uno si trova in ortopedia con una ferita a una gamba, il secondo ha una ferita da arma da fuoco a un braccio ed è stato trasferito all’ospedale di Ancona.

Traini nel 2017 si era candidato alle elezioni comunali di Corridonia, in lista con la Lega Nord, ottenendo zero preferenze.

Sabato mattina il sindaco di Macerata, Romano Carancini, aveva lanciato una sorta di coprifuoco: “Restate tutti in casa fino a nuova comunicazione. C’è un uomo armato in auto che sta sparando in città. Abbiamo fermato il trasporto pubblico. Abbiamo chiesto alle scuole di tenere i bambini all’interno fino a nuova comunicazione. Si consiglia di non muoversi per andare a prenderli fino a nuova comunicazione” è stato l’appello lanciato alla cittadinanza dal sindaco Romano Carancini dai profili social del Comune.

Polizia e carabinieri avevano immediatamente attivato blocchi in vari punti della città, fino al fermo di Traini. Anche Carancini ha dato l’annuncio, sempre su Facebook: “Rientrata la situazione di pericolo in città. L’uomo che fino a poche ora fa girava armato in città è stato arrestato”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.