BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ubi, Moltrasio: “Il clima è cambiato, la parola d’ordine deve essere sostenibilità” video

A margine della presentazione del XXII rapporto sull'economia globale e l'Italia curato dal professor Mario Deaglio e sostenuto proprio da Ubi Banca, Andrea Moltrasio spiega la sua versione del "costruire bene il futuro".

“Il clima è decisamente cambiato rispetto a qualche anno fa: non so ancora se possiamo parlare di crescita strutturale ma sicuramente la congiuntura è positiva”: i numeri sono positivi ma Andrea Moltrasio, presidente del consiglio di sorveglianza di Ubi Banca, preferisce andarci ancora cauto.

Andrea Moltrasio

L’Italia e Bergamo iniziano a vedere una luce costante in fondo al lunghissimo tunnel della crisi ma i segni del violento sisma economico-finanziario che le ha scosse per quasi 10 anni sono impossibili da nascondere e difficili da lasciarsi alle spalle.

Una crisi che ha toccato in modo profondo anche tutto il sistema bancario che “ha subito una risistemazione, della quale anche noi siamo stati protagonisti con l’acquisizione delle tre cosiddette bridge banks (Nuova Banca delle Marche, Nuova Banca dell’Etruria e del Lazio e Nuova Cassa di Risparmio di Chieti ndr). Inoltre abbiamo fatto un grande lavoro in casa con la banca unica. Sono due elementi, uno esterno e uno interno, che ci stanno permettendo di affrontare il 2018 con grande forza ed energia, con un senso di ottimismo”.

Una parola, ottimismo, che per anni in campo economico era pressochè sparita dai radar.

A margine della presentazione del XXII rapporto sull’economia globale e l’Italia curato dal professor Mario Deaglio e sostenuto proprio da Ubi Banca, Andrea Moltrasio spiega la sua versione del costruire bene il futuro: “Noi abbiamo scelto due parole chiave. La prima è sostenibilità, che non è parola nuova ma già il fatto che la si usi significa che la situazione è positiva. Quando si hanno gravi problemi si parla di tutto tranne che di sostenibilità perchè si pensa innanzitutto a sopravvivere. Sostenibilità in senso esteso, non solo ambientale, finanziaria, sociale o economica. È l’idea, quando si cresce, di capire quale passo si può tenere. La seconda parola è tecnologia: anche la sostenibilità stessa si basa sulla capacità tecnologica di creare più valore usando meno risorse, in questo ambito le tecnologie stanno cambiando notevolmente il mondo in cui viviamo”.

In questo contesto come possono fare le aziende per sfruttare a proprio vantaggio i sentori positivi? “La crisi ha cambiato profondamente la pelle della maggior parte delle nostre imprese – conclude Moltrasio – Credo che sia importante consolidare il cambiamento, trovando il modo di rendere sostenibili le nuove scelte”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.