• Abbonati
Tram delle valli

Il vicesindaco: “Sedime Teb, a Zogno il tracciato rimane tutelato”

Nel dibattito lanciato dall'ex assessore provinciale Felice Sonzogni sulla possibilità che, vendendo stazioni e parti del sedime dell'ex ferrovia della Val Brembana, si comprometta la realizzazione della Tramvia, interviene Gian Paolo Pesenti, vicesindaco e assessore Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Zogno.

Nel dibattito lanciato dall’ex assessore provinciale Felice Sonzogni sulla possibilità che, vendendo stazioni e parti del sedime dell’ex ferrovia della Val Brembana, si comprometta la realizzazione della Tramvia, interviene Gian Paolo Pesenti, vicesindaco e assessore Urbanistica ed Edilizia Privata del Comune di Zogno.

“Vorrei precisare che la posizione illustrata dall’ex assessore provinciale Sonzogni nel Comune di Zogno non corrisponde alla realtà delle attività in corso – scrive in una nota il vicesindaco Pesenti -. La vendita dell’ex-sedime ferroviario nel comune di Zogno non implica la perdita del vincolo della tranvia e di conseguenza il futuro passaggio della TEB, il tracciato rimane tutelato. Nel caso in cui sarà percorsa la soluzione di modifica di tracciato proposta dalla San Pellegrino Spa con la procedura di VAS in corso (è in fase di recepimento dei pareri degli enti) la proposta tecnica fatta da San Pellegrino Spa migliorerà vasgli aspetti di occupazione del tracciato della fascia A del fiume (fascia di esondazione) presenti sul progetto attuale della TEB. (l’ipotesi TEB è presente anche nel PGT del comune). Nel caso in cui San Pellegrino Spa arrivasse nei tempi tecnici ragionevoli (altrimenti la casa madre taglierà il budget non utilizzato) alla possibilità di variante urbanistica e con la proposta di modifica del sedime approvata dagli enti, la nuova sede del tracciato proposta sarà oggetto di vincolo di utilizzo pubblico registrato e trascritto, pertanto il passaggio sarà tutelato anche in questo caso”.

Tram delle valli a San Pellegrino e Zogno

“Il vincolo tranviario rimane e rimarrà sulla parte di progetto fattibile e condiviso con TEB – continua Pesenti -. È bene ricordare chi è contro lo sviluppo della Valle per pretesti politici o strane visoni e non per la realtà delle azioni. La vita reale è fatta di progetti, risorse, lavoro, sudore e sviluppo. Senza chi ci mette le risorse non si crea sviluppo in Valle, e giustamente pretendono risposte serie e responsabili. Lavoriamo tutti insieme per lo sviluppo della nostra Valle nel rispetto sia di chi si impegna in progetti privati ad ampio respiro, sia del rispetto della collettività quale è la futura Tranvia della Valle”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Tram delle Valli
L'intervento
Sanga rilancia: “Tram delle valli, fermiamo la vendita di vecchi binari”
Felice Sonzogni
L'allarme
“Attenzione, se si vendono binari e stazioni, addio al tram delle Valli”
tramvia delle valli
La petizione
Raccolta firme in Val Brembana: “No alla vendita del sedime ferroviario”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI