BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blu Basket Treviglio

Informazione Pubblicitaria

Una attenta Remer Treviglio batte Agrigento 82-76 nel fortino PalaFacchetti

Tutti i cinque giocatori iniziali conducono una prova maestra e così, davanti al pubblico di casa, arriva la terza vittoria in 4 gare: il record inizia a migliorare, ma la prossima partita è contro la prima in classifica Casale Monferrato.

La cronaca

Davanti ad una buona cornice di pubblico per l’orario inconsueto (ore 12 di domenica) e davanti ai telespettatori di Sportitalia, Remer Treviglio e Moncada Agrigento hanno dato vita ad un match elettrizzante e incerto. I bianco-blu iniziano con il quintetto Marino-Pecchia-Voskuil-Mezzanotte-Easley e partono subito forte: le triple di Pecchia e Voskuil portano subito avanti i bergamaschi. Agrigento costretta a chiamare timeout sul 13-6, subendo anche i canestri di Easley, servito bene da Marino. Moncada che ha anche già problemi di falli. Dopo il time-out tiro sbagliato dei siciliani, seguita dalla tripla di Marino per il +10 della Remer. Seguono 4 punti consecutivi di uno scatenato Pecchia, 2 arricchiti da un bel cross-over sul difensore. Si chiude così il primo quarto sul 24-15 Remer.

Il secondo quarto parte male per i biancoblu: 7-0 di parziale per i siciliani che si riportano a -2 e coach Vertemati costretto a chiamare time-out. La Remer non riesce più a correre in transizione come nel primo quarto, mentre la Moncada trova più facilmente la retina. Dopo il timeout arriva il botta e risposta a suon di triple tra Voskuil e Guariglia. Un’altra tripla di Voskuil riporta avanti i bianco-blu, seguita dai 2 punti di Dincic, che però commette fallo nell’azione successiva. Guariglia nel frattempo è caldo e segna un’altra tripla, mentre dall’altra parte del campo Mezzanotte prende il rimbalzo offensivo, subisce il fallo e segna il 2-2 dalla lunetta. Dalla parte dei siciliani inizia a segnare da lontano anche Pepe, costringendo Vertemati ad un nuovo time-out. Risponde quindi Marino con la sua tripla irreale, seguita dall’errore al tiro di Agrigento e al fallo in transizione sullo stesso Marino. Easley segna un gran canestro da due, mentre Marino prova allo scadere la tripla da lontana. Si chiude il secondo quarto sul 48-40 per i bergamaschi.

Dopo l’intervello apre la frazione la tripla di Ambrosin a cui risponde sempre Marino con una bomba. Zugno è sempre in agguato ma Marino segna da 3 su assist di Mezzanotte. Voskuil perde palla e Williams realizza in solitudine, mentre nell’azione successiva brutto airball sempre di Voskuil. Pecchia è incontenibile: prima realizza un canestro da due, poi subisce il fallo, non realizzando però i due tiri liberi. Anche Agrigento però litiga con i tiri alla lunetta: questi errori saranno poi fondamentali per il risultato finale. Zilli si fa sentire sotto canestro con una bella stoppata su Easley e segnando dalla lunetta, mentre Zugno riporta i siciliani a -4. Planezio sulla sirena fallisce di poco il tiro da tre.

L’ultima frazione è senza respiro. Apre le danze Marino, poi tripla del solito Pepe. Risponde Marino in appoggio morbido per il +5, costringendo coach Ciani al time-out. A -6’57” Voskuil in penetrazione, a cui segue il tap-in di Cannon e il quarto fallo di Planezio. Marino è caldo e segna di nuovo da tre, costringendo al timeout Agrigento. Pepe subisce fallo da dietro l’arco e realizza tutti e tre i tiri liberi, ma segue un tecnico fischiato a coach Ciani. Pecchia riporta la Remer a +8 e ormai la vittoria è vicina. Ambrosin commette il suo quinto fallo su Easley che realizza. Ormai si gioca solo dalla lunetta e prima Marino (1 su 2) , poi Voskuil e Cannon arrotondano il risultato che ormai è in cassaforte per Treviglio. Zugno chiude le danze per l’inutile 76^ punto di Agrigento e sulla sirena grande gioia al Palafacchetti. Gara combattuta e meritatamente vinta dai bianco-blu che tornano a muovere la classifica dopo lo stop contro Tortona. Migliori in campo un Marino spettacolare e non solo per i 21 punti segnati (23 di valutazione) ma anche per gli 8 assist distribuiti (sempre più leader del girone), Pecchia con 19 punti e 13 rimbalzi (29 di valutazione) e Easley con 14 punti , 12 rimbalzi e 3 assist (anche lui 29 di valutazione). Un po’ in ombra Voskuil comunque autore di 16 punti (37,5% da 3). Per Agrigento molto bene Pepe (66,7% da 3), Cannon e Williams. Ora la Remer è chiamata alla difficile trasferta di Casale, ospite della capolista e vera corazzata del campionato, una trasferta da affrontare però con più consapevolezza nei propri mezzi dopo la bella prestazione odierna.

Il tabellino

Remer Treviglio – Moncada Agrigento 82-76 (24-15, 24-25, 16-20, 18-16)
Remer Treviglio: Tommaso Marino 21 (2/3, 5/11), Andrea Pecchia 19 (5/6, 2/4), Alan Voskuil 16 (2/3, 3/8), Tony bernard Easley 14 (6/11, 0/0), Andrea Mezzanotte 6 (2/5, 0/0), Marco Planezio 3 (0/1, 1/3), Nemanja Dincic2 (1/1, 0/2), Mattia Palumbo 1 (0/0, 0/1), Emanuele Rossi 0 (0/1, 0/1), Filippo Nani 0 (0/0, 0/0), Ursulo D’almeida 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 19 – Rimbalzi: 37 9 + 28 (Andrea Pecchia 13) – Assist: 21 (Tommaso Marino 8)
Moncada Agrigento: Simone Pepe 15 (0/3, 4/6), Jalen Cannon 14 (4/7, 1/3), Pendarvis Williams 13 (5/10, 1/4), Ruben Zugno 8 (4/7, 0/0), Giacomo Zilli 8 (2/7, 0/0), Lorenzo Ambrosin 8 (1/1, 2/7), Tommaso Guariglia 8 (1/3, 2/2), Isacco Lovisotto 2 (1/1, 0/1), Marco Evangelisti 0 (0/4, 0/1), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 20 – Rimbalzi: 33 12 + 21 (Pendarvis Williams 9) – Assist: 18 (Pendarvis Williams 6)

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.