BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Caro giornalismo, grazie a BGY sono entrato nel tuo mondo”

BGY compie un anno e, per auguragli tanti auguri, tre nostri giovani giornalisti hanno voluto scrivere cosa BGY ha significato e continua a significare per loro. Parola a Daniele, Guido e Tiziana

Caro giornalismo,

mi presento: sono Daniele Ronzoni, un ragazzo diciannovenne che sogna di poter entrare nel tuo mondo. Sì, lo so, non è un ambito particolarmente propenso a dar spazio ai giovani; sì, lo so, tutti continuano a ripetere che è un mondo chiuso e si fatica ad entrare; sì, so anche che spesso le paghe sono misere e che il posto vacilla un giorno sì e l’altro pure; ma io sono un gran sognatore (o forse un gran testardo) e non ho alcuna intenzione di demordere.

Nella “sfortuna”, però, di avere come sogno quello di diventare un giornalista (sembra assurdo dirlo, ma sappiamo entrambi che è così), mi sento fortunato perché grazie a BGY, il giornale di Bergamonews dedicato ai giovani e scritto dai giovani, le porte di questo mondo si sono aperte, sia per me che per altri ragazzi nella mia stessa situazione: grazie a Bergamonews un allora diciottenne si è trovato fra le mani uno spazio dover poter pubblicare i propri articoli; grazie a Bergamonews quel ragazzo ora divenuto diciannovenne ha avuto modo di vivere delle esperienze che lo hanno portato a crescere innanzitutto come persona, e poi anche come – spero – futuro giornalista.

Sai, non è un caso che io ti scriva proprio oggi: il 24 gennaio 2017, infatti, debuttò ufficialmente BGY e oggi, a un anno di distanza, tutti quelli che credevano che sarebbe stata solo una fiamma del momento, un terno al lotto destinato a fallire, non possono far altro che ricredersi.
L’idea, nata nel corso della Bergamonews Academy 2016-2017, di dar vita ad uno spazio apposito solo per i giovani è diventata poi un progetto vero e proprio, e ora quel progetto rappresenta una bellissima realtà, solida e unica nel suo genere. Devi infatti sapere che in tutta Italia è presente un solo giornale interamente scritto da giovani aspiranti giornalisti (e non da giornalisti già esperti), e quel giornale è proprio BGY.
Un giornale capace di raggiungere, in un anno, oltre 5500 amici su Facebook e oltre 1000 followers su Instagram; un giornale cui hanno contribuito oltre 100 ragazzi, portando un apporto di almeno un articolo a testa; un giornale in grado di offrire ai propri lettori una media di quattro articoli al giorno; un giornale capace di raggiungere e superare le 700.000 visualizzazioni di pagina; un giornale seguito, osservato ed emulato.
È una finestra che da accesso al nostro mondo, al mondo dei giovani, e a questa finestra si affacciano un po’ tutti: sia i nostri coetanei, interessati a dire la loro opinione riguardo le più svariate tematiche, sia i genitori, curiosi di conoscere l’universo entro cui i propri figli si muovono quotidianamente.

C’è da dire, però, e lo sai meglio di chiunque altro, che ci vuole coraggio nell’affidare il potere della stampa a dei ragazzi, e ci vuole ancor più coraggio ad affidar loro il funzionamento dell’intero giornale. Ma oltre al coraggio ci vuole anche tanta, tantissima fiducia… Perché i giovani non riescono a trovare uno spazio nel mondo dell’oggi? Perché le vecchie generazioni li credono incapaci, noncuranti, acerbi, svogliati, disinteressati, indifferenti, negligenti… Perché BGY sta andando avanti riscuotendo un sempre maggior successo? Perché si è provato a dar voce agli “svogliati” e si è scoperto che esistono anche tanti ragazzi disposti a rimboccarsi le maniche e a lottare per ciò in cui credono.
In estate Barbara Palombelli, giornalista e nota conduttrice televisiva, aveva affermato che «I giovani giornalisti non hanno coraggio». Mi sento di dissentire. I giovani giornalisti non hanno opportunità. Bergamonews, un’opportunità a noi ragazzi, l’ha data, e il coraggio abbiamo dimostrato di averlo. Assieme a tanta voglia di metterci in gioco.

Grazie Bergamonews, auguri BGY!

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.