BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sovere, il Comune fa cassa mettendo all’asta legna da ardere

Una catasta pari, all'incirca, a 42 quintali: asta pubblica con offerte in aumento sul prezzo base di 300 euro. La legna, ad uso familiare, non può essere rivenduta.

Più informazioni su

Fa cassa con la legna il Comune di Sovere: l’ente ha reso noto che “intende procedere al secondo esperimento di vendita di legna da ardere (preminenza legno di Rovere) derivante dalle operazioni di pulizia del fronte prospiciente la parete nord del Cimitero di Sovere, accatastata all’interno della struttura cimiteriale stessa”.

Una catasta pari, all’incirca, a 42 quintali, quantità puramente indicativa e non verificata. (Clicca qui per l’avviso pubblico) 

Per chi fosse interessato all’acquisto la vendita avverrà mediante esperimento di asta pubblica, con offerte in aumento sul prezzo base di 300 euro. L’aggiudicazione della gara si terrà con il metodo dell’offerta segreta da presentarsi al protocollo del Comune.

Dettagliate (e chiare) le regole del Comune per la vendita della legna. Oltre alla quantità e la base d’asta, l’aggiudicatario può essere solo una persona fisica che “con l’offerta si impegna ad acquisire tutto il lotto, a prescindere dall’effettivo peso reale verificato post-aggiudicazione, sia che lo stesso risulti inferiore che superiore a quello stimato ed indicato”. Un unico lotto, quindi, ad un solo richiedente.

Si specifica che la legna “così assegnata è per uso familiare e non può essere oggetto di commercializzazione successiva”. Non può essere venduta ma solo bruciata o accatasta per il prossimo inverno. Carico e trasporto rimangono in capo al destinatario “dal punto di consegna individuato presso la struttura cimiteriale di Sovere. L’area deve essere lasciata libera e pulita anche dal fogliame di risulta”. E dalle eventuali ramaglie.

La domanda può essere presentata su apposito modulo del Comune sino alle 11 del 31 gennaio. Si porta a casa la catasta di legna chi presenta l’offerta, al rialzo, più alta. In caso di parità fa fede la data del protocollo. Prima del ritiro “l’aggiudicatario deve provvedere a versare l’importo dovuto, per l’acquisto, presso la tesoreria comunale”. A suo carico anche spese di trasporto e taglio.

Nel bando non si riporta che la legna di rovere brucia più lentamente, con fiamme più corte. L’essenza più consigliata per il riscaldamento domestico in quanto garantisce una maggiore durata nella combustione.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.