Quantcast
Lei vuole lasciarlo, lui le spara e la uccide in hotel a Dalmine - BergamoNews
Le indagini

Lei vuole lasciarlo, lui le spara e la uccide in hotel a Dalmine fotogallery video

C'è un movente passionale dietro all'omicidio della nigeriana di 37 anni ammazzata sabato mattina dal 61enne di Bottanuco

Lei vuole lasciarlo, lui la uccide dopo una notte insieme. C’è un movente passionale dietro all’omicidio di Esther Eghianruwanigeriana di 37 anni ammazzata da Fabrizio Vitali, 61enne di Bottanuco, in una camera al secondo piano dell’hotel Daina di Dalmine nella mattinata di sabato 20 gennaio. L’uomo, disoccupato, ha confessato ed è stato arrestato con l’accusa di omicidio aggravato.

La dinamica è ancora al vaglio dei carabinieri di Treviglio, coordinati dal sostituto procuratore Letizia Ruggeri. I due si danno appuntamento all’albergo lungo la strada provinciale del paese dell’hinterland venerdì sera.

Lui arriva a bordo della sua Vespa 50 da Bottanuco, lei in bicicletta dalla sua abitazione di Dalmine. Da un paio d’anni hanno una relazione, ma lei la vuole interrompere. La donna pare sia stata la badante dell’anziana madre del 61enne, morta un anno fa. Si sarebbero  conosciuti così.

Omicidio Dalmine hotel Daina

Non è la prima volta che pernottano al Daina, anche se è da un po’ che non lo frequentano. Dopo aver chiesto una camera alla reception, salgono e trascorrono la notte insieme. La mattina seguente, intorno alle 10.30, al culmine dell’ennesima discussione, l’uomo estrae la pistola semiautomatica che detiene legalmente e uccide la donna con un colpo alla testa.

Subito dopo chiama i carabinieri: “L’ho uccisa, venite subito”. I militari accorrono sul posto e raggiungono il secondo piano dell’hotel. L’uomo minaccia di spararsi, ma poi apre la porta della camera e si consegna senza opporre resistenza.

Viene arrestato e portato in caserma a Treviglio per essere interrogato dal magistrato. L’uomo ora si trova in carcere a Bergamo in attesa dell’interrogatorio di convalida davanti al GIP del Tribunale di Bergamo.

Sul posto è intervenuta anche la Sezione Rilievi del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Bergamo per gli accertamenti di polizia scientifica.

Nei prossimi giorni verrà effettuata l’autopsia sul corpo della donna, ora nella camera mortuaria dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI