Quantcast
Radio Padania contro Maroni: "Volete offenderlo? Chiamateci" - BergamoNews
L'invito

Radio Padania contro Maroni: “Volete offenderlo? Chiamateci”

Sammy Varin, conduttore dell'emittente dopo aver letto l'intervista del governatore lombardo sul Foglio, ha aperto i microfoni a chi gli vuol dire via etere qualcosa di non bello.

Pronti. Via. Chi vuole offendere Roberto Maroni può farlo. L’invito non arriva da un competitor politico della Lega o del centrodestra ma direttamente dalla radio del Carroccio. Già, Sammy Varin, conduttore tra i più amati dell’emittente, mercoledì, dopo aver letto l’intervista del governatore lombardo sul Foglio, ha aperto i microfoni a chi gli vuol dire via etere qualcosa di non bello.

È evidente la delusione dello speaker per la decisione di Maroni di lasciare la corsa per il Pirellone: “Noi ti salutiamo e ringraziamo, Roberto Maroni, perché se te ne vai siamo molto contenti. Fuori dai maroni”, dice dai microfoni di Radio Padania. E ancora: “Maroni non è leghista, ok? Maroni, in questo momento, non è più leghista, non sta parlando da leghista”.

Ma il suo appello all’offesa non sembra riscuotere grandi consessi dagli ascoltatori che invece lo invitano a non sparare sul presidente ed ex ministro. Così fa la signora che telefona per prima. E così fanno altri che, pur ammettendo il senso di tradimento e confermando la propria simpatia per il segretario Matteo Salvini, non vogliono affondare il coltello nella piaga.

 

A rivelare l’invito di Radio Padania è Daniele Sesini sull’Espresso: qui sotto l’audio della trasmissione.

 

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI