• Abbonati
Tutta la storia

Foppolo alla prova del nove: la ghigliottina della Corte dei Conti sul bilancio

La Giunta Berera approva il piano di riequilibrio finanziario da sottoporre all'ente di controllo. Ore decisive anche a Valleve

Obiettivo, risanare i bilanci. O, almeno, convincere la Corte dei Conti della bontà del piano di riequilibrio finanziario che i comuni di Foppolo e Valleve dovranno presentare all’ente di controllo entro lunedì 15 gennaio. Qualora la Camera di Consiglio della Corte dei Conti non dovesse ritenere credibile le strategie dei comuni, l’inevitabile conseguenza sarà quella del dissesto, e per le amministrazioni dei sindaci Giuseppe Berera e Santo Cattaneo il commissariamento.

Per discutere e approvare il piano di risanamento, venerdì 12 gennaio sono stati convocati due consigli comunali, l’uno a breve distanza dall’altro. A Foppolo alle 17,30; a Valleve un’ora più tardi, alle 18,30.

A pesare sulle finanze dei paesi dell’alta Valle Brembana è soprattutto il fallimento della partecipata degli impianti, la Brembo Super Ski, sulla quale è calato il sipario lo scorso 24 febbraio. Sono 5,3 i milioni di euro da recuperare a Foppolo, 1,1 a Valleve.

Se, tra le altre cose, l’amministrazione del sindaco Berera ha tirato fuori dal cilindro la carta dei pedaggi giornalieri in ingresso al paese, Valleve dovrebbe invece puntare le proprie fiches sulla cessione delle baite e sull’aumento della Tari (la tassa sui rifiuti). Il parere della Corte dei Conti dovrebbe arrivare nel giro di 30 giorni. Ma in questi casi, si sa, l’uso del condizionale è d’obbligo.

Qui sotto una linea del tempo che ripercorre le tappe fondamentali della vicenda, in attesa che la Corte dei Conti si pronunci. Per le sorti dei Comuni, uno spartiacque decisivo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI