BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maxi operazione anti ‘ndrangheta: 169 in manette, arresti anche in Lombardia e Germania

Alle prime luci dell'alba i carabinieri sono entrati in azione tra Calabria, Lazio, Nord Italia e Germania: le accuse sono di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, favoreggiamento, turbativa d’asta e corruzione elettorale.

Dai Comuni crotonesi di Cirò Marina, Cariati, Torretta di Crucoli, Strongoli e Casabona avevano espanso il proprio impero fino al Nord Italia e alla Germania, infiltrandosi praticamente in ogni settore: all’alba di martedì 9 gennaio i carabinieri del Ros di Crotone e del Noe di Catanzaro, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia del capoluogo calabrese, hanno concluso un’immensa operazione che ha portato all’arresto di 169 persone, tra i quali esponenti della cosca Farao-Marincola e del clan Giglio e di diversi amministratori locali.

In manette sono finiti anche il presidente della Provincia di Crotone Nicodemo Parrilla e i sindaci di Cirò Marina, Mandatoriccio e Strongoli e molti altri esponenti dei rispettivi consigli comunali: ma i carabinieri del Ros sono arrivati fino in Germania, eseguendo 13 ordinanze di custodia cautelare in carcere. Le accuse sono di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, favoreggiamento, turbativa d’asta e corruzione elettorale.

Settore pubblico e privato, dalla gestione dei rifiuti agli appalti pubblici, dai servizi funebri alla distribuzione di prodotti enogastronomici, dalla gestione dei lidi alle agenzie di slot machine: tutte tessere di quello che gli inquirenti hanno definito una holding criminale, capace di imporsi non solo in Calabria ma anche nel Lazio, in Emilia Romagna, in Veneto, in Lombardia e in Germania, storico territorio di emigrazione.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.