• Abbonati
Giovedì pomeriggio

Verdellino, operaia di 41 anni intossicata in una fabbrica di materiali plastici

Le sue condizioni non sono gravi. Del caso è stata allertata anche l’Ats di Bergamo

Avrebbe respirato delle sostanze pericolose. Nel pomeriggio di giovedì 4 gennaio un’operaia di 41anni è rimasta intossicata mentre stava lavorando. È successo poco dopo le 14 allo stabilimento della Maier Cromoplastica, in via Oslo 3 a Verdellino.

Sul posto sono giunti i soccorritori della Croce Rossa di Urgnano e un’automedica. L’operaia è stata poi trasportata in ospedale a Ponte San Pietro. Le sue condizioni non sono gravi. Del caso è stata allertata anche l’Ats di Bergamo, per risalire alle cause dell’accaduto ed effettuare i controlli.

La Maier Cromoplastica, 200 dipendenti, è una delle aziende più importanti a livello europeo nella lavorazione di materiali plastici, in particolare nello stampaggio e nelle cromature. Opera soprattutto nel settore automobilistico e motociclistico, nonché dei veicoli industriali, oltre che nel design.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI