BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stavolta sono i bimbi a farmi scoprire i colori e la verve di Roncarà foto

Alla Fondazione Mazzoleni di Alzano Lombardo un incontro inaspettato che ha meravigliato i miei figli. E anche la mamma.

Conosco Alzano Lombardo perché frequento la piscina comunale, mio figlio è iscritto a uno spazio gioco nelle vicinanze e noi come famiglia, non abitiamo lontani da questo paese, quindi, quando ho letto su BergamoNews che nella sala consiliare del comune, sarebbero state esposte per due giorni delle opere di Andy Warhol, ci sono andata portandomi appresso la mia truppa. Dietro questo evento, la Fondazione Mazzoleni, che sinceramente non conoscevo.

A due passi dal Comune, c’è proprio lo spazio espositivo della Fondazione e siamo entrati a dare un’occhiata. I miei figli sono stati più affascinati dalle opere in galleria che a quelle del grandissimo e famosissimo Warhol. Ho scoperto così Aleandro Roncarà, attraverso gli occhi di due bambini, molto interessati alle sue colorate e simpaticissime statue, nonché alle sue tele piene di figure dallo stile pop e fumettista. A volte sono i più piccoli ad insegnare a noi adulti moltissime cose, o a ricordarci ciò che negli anni avevamo dimenticato! Ancora adesso mi stupisco di come riaffiorino alla memoria certe sensazioni legate a giochi del passato (Forza4, IndovinaChi, Allegro Chirurgo, Twister) o a caramelle come il liquirone, meglio ancora, lo stupore di questo periodo nel lasciare la letterina nella Chiesa di Santa Lucia e tantissimo altro… ma il bello è che ci sono le novità, il poter guardare il mondo attraverso di loro che ci fanno notare cose che altrimenti verrebbero ignorate perché siamo sempre di fretta, abbiamo altro a cui pensare!

“Mamma, mamma, guarda che cielo rosa stasera.”
“Ci sono le pecore nel campo!”
“Mi piace questo albero, è alto e sembra di un elfo!”
“Guarda la scia nel cielo… è passato un aereo.”

alehandro roncarà

Poi arrivi ad ascoltare due bambini di 6 anni e 2 e mezzo che ti dicono quanto siano bellissimi degli omini colorati con una stella in testa (Centomini)! Allora guardi meglio e capisci il motivo del loro interesse. Quindi torno a casa e cerco delle informazioni su questo artista a me ignoto e scopro che è italiano, disegna da sempre, ma ha iniziato a usare i colori per i suoi tre figli che glielo hanno chiesto… ed eccoci di nuovo qui, a discorrere di adulti che seguono il sapiente volere dei più piccoli! Da allora ha realizzato opere incredibili, tra cui un murales di trentasei metri che si trova all’ingresso del Teatro del Silenzio di Lajatico. E’ apprezzato e conosciuto a livello internazionale e volete sapere una cosa? Le sue opere sono in vendita, alcune a prezzi da piumino invernale di marca, per capirci!

La sua biografia è molto curiosa, nasce ad Orbetello da una famiglia di ristoratori e da grande segue le orme dei genitori subentrando nel loro locale. La sua gestione è più fresca, innovativa, artistica nel menù e negli arredi del ristorante. Nota che i suoi dolci sono molto apprezzati così decide di aprire una pasticceria che si chiama come sua figlia Carlotta. Ragazzo poliedrico, istintivo e chiaramente dotato di estro.

I fumetti sono sempre stati la sua passione e da lì nasce il percorso artistico di Aleandro, sfociando poi in tele, sculture, pezzi di design e addirittura etichette per vini.

Apprezzo moltissimo il suo talento, la sua fantasia, il suo mondo vivace e cromatico in cui ci immerge quando guardiamo i suoi lavori, detto ciò non è il mio genere, ma ringrazio i miei bambini per avermi dato l’opportunità di ampliare le mie conoscenze e spero di poterli seguire ancora per moltissimo tempo nelle loro idee, giochi, magie!

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.