BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mary, un melanoma, ma il sole dentro di sé: a Natale un dono meraviglioso

Nel 2015 la bergamasca Marina Rota intraprende un viaggio: una battaglia, come la chiama lei, per sconfiggere un melanoma tornato a farsi vivo dopo 17 anni di silenzio. Un viaggio difficile, che Marina sente la necessità di raccontare, con un blog e un libro. E oggi...

Più informazioni su

“Il mio regalo di Natale è questa Tac meravigliosa con tutte le metastasi ancora in regressione. Non poteva esserci notizia più meravigliosa. Quest’anno il mio regalo di Natale l’ho scartato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Come quando da bambini si aspettava la magia della Notte di Santa Lucia. Con tanta emozione ansia e aspettativa. Se ripenso all’anno scorso quando proprio in questi giorni nell’aria si sentiva già la preoccupazione e la paura per la recidiva in arrivo…”.

È lei Marydallaltraparte, ovvero la bergamasca Marina Rota a raccontare sul suo blog la bella novità, un altro passo del suo viaggio: la battaglia intrapresa nel 2015 per sconfiggere un melanoma tornato a farsi vivo dopo 17 anni di silenzio. Un viaggio difficile, che Marina sente la necessità di raccontare, dapprima in un blog (marydallaltraparte.com) in cui si racconta giorno dopo giorno, come in un diario. E poi in un libro uscito la scorsa estate.

Mary è un tecnico di laboratorio. Fino al 2006 ha lavorato alla clinica Humanitas Gavazzeni di Bergamo, nel reparto Oncologia. “La vita è proprio strana… È strano trovarsi oggi dall’altra parte: una volta ero io che portavo la terapia e un sorriso ai miei pazienti. Oggi sono una di loro, ed è bello riscoprire la stessa empatia con i miei nuovi compagni di avventura. Un’avventura che spaventa da morire ma che so di poter affrontare…”, racconta di sé Marina nelle pagine del suo blog.

Che condivide da due anni con i tanti lettori, attivi e sostenitori i suoi stati d’animo: “Un attimo prima pensi di essere ormai fuori pericolo, un attimo dopo ti ritrovi con un melanoma al terzo stadio. Inizi la tua battaglia con la terapia, ti rialzi quando per una battuta d’arresto ti ritrovi a doverti ricostruire. Inizi a condividere la tua storia in un blog. Conosci persone meravigliose. Guerrieri come te. E mai e poi mai penseresti 2 anni dopo di dover cambiare il nome al tuo blog. Mai e poi mai immagineresti di salire la classifica negli stadi del melanoma. Ma il melanoma è uno stronzo. Quarto stadio”, scrive Marina a maggio di quest’anno.

Poi Marina decide di trasformare il blog e gli articoli scritti in un libro. Trova l’aiuto di una cara amica che si occupa di comunicazione (www.paolatoini.it ) mentre continua a scrivere sul blog e a ricevere complimenti e messaggi positivi dalla sua Community. Dietro questo progetto c’è tanto altro: “C’è il desiderio di fare qualcosa di buono per qualcun altro perché da una brutta situazione possono sempre nascere cose belle. Perché condividere la mia storia e dare la possibilità di conoscerla ad ancora più persone, può dare forza, speranza e coraggio a chi si trova a dover combattere come me questa malattia, altre malattie o comunque situazioni difficili della loro vita. Perché condividere aiuta, questo è un fatto. Perché un peso condiviso con altri pesa meno. Perché se condividere una gioia la rende ancora più grande, condividere un dolore lo rende più leggero e più sopportabile. E se da una condivisione nasce anche della bella solidarietà, ancora meglio”, racconta Marina.

E adesso il regalo di Natale: il sole fa capolino anche fuori, per la gioia d Marina, del marito e dei suoi tre figli.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.