BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Prima di etichettare bisogna conoscere”: la battaglia del Pesenti contro i luoghi comuni

Sei semplici domande per raccontare dell'amore che gli studenti e il corpo docente provano per il Cesare Pesenti e per sfatare i luoghi comuni e i pregiudizi che etichettano gli studenti del Pesenti come ragazzi maleducati, irrispettosi nei confronti delle donne e "delinquenti"

Non solo una canzone. L’istituto “Cesare Pesenti” di Bergamo, prima scuola di 6 bergamasche ad aver effettuato e concluso un progetto di alternanza con Bergamonews, in particolare con BGY- Be Young,  ha realizzato un articolato lavoro. Il “project work” è rivolto ad un’intera classe al fine di introdurre i ragazzi al mestiere di giornalista e farli appassionare alla vita di redazione e di inviato. Il compito degli studenti è scegliere un argomento da sviluppare nelle modalità più inclini alla loro fantasia: articolo, video, canzone, disegni e molto altro!

pesenti alternanza

La classe del Pesenti ha voluto concentrasi sul tema dei luoghi comuni, specialmente quelli che denotano la loro scuola. Per parlare di questo tema, non solo ha scritto una canzone e ne ha fatto un video (LEGGI QUI), ma ha anche intervistato le persone che vivono e amano la loro scuola. Dalle bariste del punto ristoro (Gabriella e Flora), alle professoresse (Orsola De Francesco, Rosaria Cavaleri, Rossana Sarlo), dagli alunni (Andrea Peraldi) al dirigente scolastico, Marco Pacati.

Sei semplici domande per raccontare dell’amore che gli studenti e il corpo docente provano per il Cesare Pesenti e per sfatare i luoghi comuni e i pregiudizi che etichettano gli studenti del Pesenti come ragazzi maleducati, irrispettosi nei confronti delle donne e “delinquenti”. “Questo è ciò che le persone che lo vivono tutti i giorni pensano dell’Istituto Cesare Pesenti, prima di etichettare bisogna conoscere!” Con questo monito si conclude la loro video intervista: ascoltiamoli e impariamo da loro.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.