BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Passo carrabile di mia madre: multa e chiamata al carro attrezzi, non è giusto”

Pubblichiamo la lettera di un cittadino che ha preso una multa per un eccesso di zelo da parte degli agenti della polizia locale

Più informazioni su

Pubblichiamo la lettera di un cittadino di Bergamo che ha preso una multa per un eccesso di zelo da parte degli agenti della polizia locale.

“Egregio direttore,

A tutti è capitato di essere multati per infrazioni più o meno discutibili. Oggi però le voglio raccontare un caso che ben rappresenta l’inefficenza e la mancanza di attenzione della pubblica amministrazione verso i suoi cittadini (onesti).

Giovedì mattina 14 dicembre in una via del semicentro di Bergamo mio malgrado sono incappato in una giornata a metà fra il comico e la tragedia di un sistema evidentemente malato.

I fatti: verso le nove e trenta mi reco a casa di mia mamma per ritirare dei documenti e uno scatolone. Mia mamma vive in una villetta con annesso box di pertinenza con passo carraio. Poiché devo solo caricare l’auto, parcheggio la mia macchina davanti al nostro cancello.

Passano circa 10 minuti e all’uscita mi trovo una multa per divieto di sosta e… Chiamata del carro attrezzi. Sfortuna vuole che un vicino avesse chiamato i vigili per un divieto di sosta di un’altra macchina qualche metro più avanti. Gli zelanti vigili però avevano deciso di multare tutti iniziando dalla mia auto e di chiamare 3 carro attrezzi senza nemmeno verificare che la mia auto aveva lo stesso nome del proprietario del cancello carraio.

Bene i vigili mi vedono uscire carico di scatoloni e si accorgono di aver multato frettolosamente la mia auto. Provo a chiarire, ma di tutta risposta mi rispondono che dovrò pagare anche la chiamata al carro attrezzi oltre al verbale di divieto di sosta.

La chiamata costa 30 Euro per circa 3 km dal deposito alla mia via (mi chiedo chi concede tali alte tariffe alla società appaltatrice…). Ovviamente il carro attrezzi non ritira la mia auto ma mi intima un pagamento immediato. Mi rifiuto. I vigili imbarazzati per il pasticcio non indietreggiano e mi lasciano la multa per sosta davanti al box di nostra proprietà e in più me ne infliggono un’altra (l’unica corretta) perchè controllando anche i documenti della mia auto c’era la revisione scaduta da 35 giorni. Mea culpa qua (non ho però ricevuto alcun avviso a casa).

Totale circa 200 euro di multe per aver lasciato 10 minuti la mia auto davanti al mio cancello non dando fastidio a nessuno.

In serata chiamo il comando dei vigili: la commissaria mi dice che pur capendomi lei non può far nulla perchè incorrerebbe in sanzioni e perchè i suoi agenti hanno fatto tutto a regola d’arte. Mi chiedo di nuovo ma chi può far qualcosa per macroscopici errori? Parrebbe nessuno. Insomma nessuno si prende responsabilità e tutti si limitano al compitino per non rischiare nulla. Saremo in crisi anche per questo?

Emerge chiaramente che il cittadino è sempre vittima e deve finanziare con i suoi soldi tasse, stipendi, servizi carissimi negoziati malamente dal Comune. Sarebbe bastato buonsenso e riconoscere l’eccesso di zelo e al limite suggerirmi di parcheggiare per pochi minuti l’auto in garage. Infine evidenzio che la via è presa d’assalto da molti parcheggiatori irregolari per tutto il giorno ma non vengono mai sanzionati.

Federico Tricomi”

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da OlDisere

    non capisco dove sia l’errore degli agenti: il passo carraio è a tutti gli effetti un divieto di sosta, non una estensione di proprietà dei padroni del cancello.
    la sosta è vietata per tutti