Quantcast
Detrazioni sui giardini e non solo: novità e conferme sul bonus casa - BergamoNews

Fisco Facile

Fisco facile

Detrazioni sui giardini e non solo: novità e conferme sul bonus casa

Finanziaria 2018: quali sono le conferme e quali le novità che possono interessare coloro che stanno effettuando degli interventi sui propri immobili o che intendono farlo il prossimo anno.

La Legge di Bilancio 2018, già approvata dal Senato, è attualmente in fase di consultazione alla Camera e con ogni probabilità il testo definitivo vedrà la luce solo negli ultimi giorni dell’anno. In tema di Bonus per gli interventi sugli edifici, il testo normativo è già stato delineato e non dovrebbe subire importanti modifiche. Vediamo pertanto quali sono le conferme e quali le novità che possono interessare coloro che stanno effettuando degli interventi sui propri immobili o che intendono farlo il prossimo anno.

Verranno prorogate anche per il 2018:

– la detrazione IRPEF per gli interventi volti al recupero edilizio nella misura del 50% dei costi sostenuti con il limite di Euro 96.000:

– la detrazione IRPEF per l’acquisto di mobili effettuata nell’ambito di un intervento di recupero edilizio, anche questa nella misura del 50% del costo sostenuto ma con un limite di Euro 10.000;

– la detrazione IRPEF e IRES per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici nella misura del 65% ma con un’importante novità.

Dal 2018 infatti le spese sostenute per l’acquisto e la posa in opera di infissi e schermature solari e la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, subirà una riduzione dal 65% al 50%.

Rappresentano invece una novità l’introduzione di detrazioni per gli interventi di “sistemazione del verde” di edifici esistenti. È prevista una detrazione del 36% delle spese documentate, fino ad un massimo di Euro 5.000 ad unità immobiliare, sostenute per la sistemazione di terrazzi e giardini, anche condominiali.

Si ricorda che per poter beneficiare delle suddette agevolazioni è previsto che i pagamenti siano effettuati con strumenti idonei a consentire la tracciabilità delle operazioni.

Salvo modifiche dell’ultimo minuto, si segnala inoltre che a decorrere dal 1° gennaio 2018 saranno detraibili nella misura del 19%:

– le spese sostenute per l’acquisto degli abbonamenti al servizio di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale per un importo non superiore a 250 euro (anche se sono state sostenute nell’interesse dei familiari a carico);

– i premi per assicurazioni aventi come oggetto il rischio di eventi calamitosi stipulate relativamente a unità immobiliari a uso abitativo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI