Quantcast
Atalanta, gioco e Ilicic-Gomez i motivi per sorridere: ora la Coppa e il Milan - BergamoNews
L'analisi

Atalanta, gioco e Ilicic-Gomez i motivi per sorridere: ora la Coppa e il Milan fotogallery

Contro la Lazio si poteva certamente vincere ma la prestazione è stata di grande livello: il Sassuolo per scoprire chi ha giocato meno, la sfida coi rossoneri uno scontro diretto importantissimo.

L’Atalanta viene fermata dalla Lazio, ma è un risultato positivo. Sì, anche in vantaggio due volte e con tante occasioni per chiudere la partita. Certamente si poteva fare meglio, si poteva vincere. Errori evitabili davanti al portiere, qualche passaggio sbagliato a centrocampo. Ma va ricordato che di fronte c’era la quinta in classifica. Sicuramente c’è un po’ di rammarico in una domenica in cui le dirette concorrenti per l’Europa League hanno faticato.

Ma quello di domenica sera è un punto importante in attesa della sfida con il Milan. Soprattutto perché la squadra di Gasperini è tornata a giocare come sa, con grande intensità. Ilicic e Gomez tra i migliori, nonostante il gol sbagliato dall’argentino nel finale, se manterranno questo stato di forma possono essere determinanti per il proseguo del campionato. A centrocampo, poi, mancava de Roon, un’assenza da non sottovalutare.

La classifica dice settimo posto a pari con il Milan e sabato alle 18 c’è lo scontro diretto a San Siro. Una sfida interessante, l’ennesima prova di maturità. Da superare per confermarsi tra le big, sfruttando il momento rossonero senza sottovalutare una squadra che ha certamente qualità. I segnali sono positivi, l’Atalanta non perde dal 19 novembre. Si giocava proprio al Meazza, contro l’Inter. Ecco, ora serve continuità in una stagione che può regalare grosse soddisfazioni.

A partire da mercoledì, quando a Bergamo arriverà il Sassuolo per gli ottavi di Coppa Italia. Un’occasione per scoprire anche ci ha avuto meno spazio fin qui, come Mancini, Haas o Schmidt. Soprattutto il brasiliano, che in nerazzurro non ha ancora esordito dopo l’infortunio al menisco che lo ha tenuto fermo da metà settembre.

Un buon pareggio in una sfida complicata. Con un po’ di rammarico, ma con la consapevolezza di poter fare ancora grandi cose. Ora, per l’Atalanta, è il momento del definitivo salto di qualità. Con il Borussia Dortmund nel mirino.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
Atalanta-Lazio 3-3
Le interviste
Freuler e Caldara in coro: “Prestazione positiva ma volevamo i 3 punti, peccato”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI