Quantcast
Con l'auto sui mercatini natalizi: "Dovevo ammazzarne di più" - BergamoNews
Ferita una bergamasca

Con l’auto sui mercatini natalizi: “Dovevo ammazzarne di più”

Sabato era piombato con l'auto nella zona pedonale di Sondrio, ferendo tre persone tra cui una donna di Brembate di Sopra, ancora ricoverata.

Poteva essere una strage e forse per l’autore doveva essere una strage. “Ne dovevo ammazzare di più” ha infatti dichiarato l’autore del gesto assurdo compiuto sabato scorso ai mercatini natalizi di Sondrio. Michele Bordoni, 27 anni, con la sua auto è andato volontariamente nella zona pedonale piena di gente e ha colpito tre persone tra cui una donna di 44 anni di  Brembate di Sopra ancora ricoverata in rianimazione (leggi).

E al momento dell’arresto ha pronunciato quelle parole, ragion per cui da lunedì, dopo il ricovero in ospedale è rinchiuso in carcere accusato di strage in quanto dalla ricostruzione di inquirenti e investigatori emerge che la sua intenzione sarebbe stata quella di uccidere indistintamente più persone. Ipotesi di reato che si aggiunge a quella di resistenza e lesioni aggravate nei confronti di un agente contestate in un primo momento dal procuratore di Sondrio Claudio Gittardi e dal pm Stefano Latorre, che chiederanno al gip la convalida dell’arresto del giovane.

Bordoni, che nel sangue aveva alti tassi di alcol e tracce di cannabinoidi, aveva investito 4 persone tra cui una donna di 44 anni, ancora ricoverata in rianimazione.

La sua vettura, una Toyota Yaris, aveva divelto uno dei paletti che delimitano l’area pedonale, poi la corsa dell’automobilista era proseguita in via Caimi per concludersi contro un pilastro di una palazzina. L’uomo aveva cercato di fuggire a piedi, ma era stato bloccato da alcuni pedoni e dagli uomini della polizia locale.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
incidente sondrio
A sondrio
Con l’auto sulla folla dei mercatini di Natale, una bergamasca tra i feriti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI