BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, non svegliarti: il sogno continua

In cima alla classifica? Un 10 pieno per Gasperini. Le pagelle di Atalanta-Lione

Berisha 7: dopo soliti 3 minuti è subito decisivo con un super intervento su Diaz. Per il resto serata di ordinaria amministrazione fino all’ultimo quarto d’ora quando arrivano i primi tiri nello specchio della porta dei francesi con Ndombele e Fekir.

Masiello 8: un vero leader in difesa, è il migliore a livello arretrato in una gara quasi perfetta per la retroguardia neroazzurra. Chiude sempre tutto in anticipo con tempismo perfetto e in fase di copertura strappa applausi a scena aperta.

Caldara 7,5: non delude il papà, seduto sulle tribune del Mapei Stadium, con una gara precisa, sempre in pieno controllo della situazione. Nel post-partita nella festa finale invita anche il presidente Percassi sotto le due tribune.

Toloi 7,5: altra grande prestazione per il brasiliano che è attento in fase difensiva e sempre pronto a far ripartire l’azione con sgaloppate in avanti.

Hateboer 7:il suo tiro maldestro diventa assist per la rete del vantaggio neroazzurro. Sulla fascia destra non si risparmia mai e corre come un dannato. Se avesse pure il piede buono sarebbe perfetto, ma tempo al tempo: in questa squadra sta diventando sempre più fondamentale.

Freuler 6,5: non toglie mai la gamba, una partita di grande sacrificio per il mediano svizzero che svolge con grande sagacia tattica un’ottima fase di contenimento, rinunciando ai suoi soliti inserimenti pericolosi in attacco.

Cristante 7:standing ovation per una gara molto intelligente a livello tattico e tecnico. La prima occasione neroazzurra è firmata proprio da lui con un colpo di testa su un cross pennellato di Gomez dopo appena 4 minuti di gioco. Finalmente anche giocando sulla linea mediana convince pienamente. (Dal 87′ De Roon SV)

Spinazzola 7:regala un primo tempo sui livelli dello scorso anno con un’ottima intesa con il Papu. Da un suo cross al centro per Hateboer nasce l’azione che porta all’1-0 di Petagna. Anche se nella ripresa cala un po’, è sempre in assoluto controllo sulla sua fascia di competenza.
Al 77′ in occasione di un corner sibillino dei francesi allontana sulla linea di testa un tentativo di Mariano.

Ilicic 7: come volevasi dimostrare, Ilicic fa rima con qualità pura. Anche se si vede a sprazzi, quando si scatena non ce n’è per nessuno: al 35′ si beve tre giocatori infiammando i tifosi neroazzurri. Al 65′ tenta la conclusione ma il suo sinistro termina alto sopra la traversa. Sfinito,Gasperini lo fa accomodare in panca(Dal 83′ Palomino 6,5: entra nel finale con l’Atalanta che passa alla difesa a 4 per arginare gli ultimi residui tentativi degli uomini di Genesio e non sbaglia un colpo.)

Gomez 7: subito dopo meno di 5 minuti mette sulla testa di Cristante la prima palla-gol. Marcato senza tregua dal numero 4 del Lione Rafael viene spesso limitato ma l’impressione è quella che dai suoi piedi possa sempre nascere qualcosa di pericoloso. Tanto sacrificio e spirito di abnegazione(anche in fase di copertura).

Petagna 8: l’uomo che ha deciso le tre sfide casalinghe di Europa League. Il gol che regala alla Dea vittoria e primato è solo un dettaglio in una partita semplicemente mostruosa per come aiuta, fa salire e fa girare a meraviglia la macchina di Gasperini. Tanta roba, anche quando cerca di costruirsi da solo una palla-gol al 65′ con una conclusione che però finisce fuori a lato alla destra dell’estremo difensore degli ospiti.(Dal 75′ Kurtic 6,5: grinta e sacrifico a servizio della squadra in un finale che tatticamente poteva nascondere qualche insidia. Mezzo voto in meno per un retropassaggio che ha mandato in apnea per qualche secondo l’intero impianto di Reggio Emilia.)

Gasperini 10: l’Atalanta contro i pronostici vince il girone più difficile della competizione e lo fa con un’altra prestazione super. Manda in campo i migliori, non si risparmia assolutamente niente e regala un’altra notte magica ai 15.000 arrivati da Bergamo. Il sogno continua e lunedì(prima della gara di Genova) verrà svelato anche l’avversario dei sedicesimi. L’Atalanta è testa di serie a Nyon, per chi non l’ho ancora capito o non ci crede:L’ATALANTA È TESTA DI SERIE! Chapeau Gasperini!!!

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.