Si addormenta e resta sullo scuolabus: bimbo ritrovato dopo cinque ore nel deposito - BergamoNews
A novara

Si addormenta e resta sullo scuolabus: bimbo ritrovato dopo cinque ore nel deposito

L'accompagnatrice che doveva controllare che tutti i passeggeri fossero arrivati a scuola è stata sospesa dalla cooperativa che gestisce il trasporto

Cinque ore nel deposito dei pullman, addormentato sullo scuolabus che lo doveva portare all’asilo. È successo a un bimbo di cinque anni e mezzo a Castelletto, in provincia di Novara.

Il bimbo, che frequenta l’ultimo anno all’asilo “Girotondo” del paese, si è addormentato durante il viaggio e nessuno si è accorto che era rimasto sul sedile: né l’accompagnatrice né l’autista, che ha riportato il bus in deposito e che solo al momento di riprenderlo si è accorto del piccolino che dormiva beato. A quanto risulta il bimbo non ha avuto disturbi o conseguenze negative.

“Non appena informati – spiega il sindaco Matteo Besozzi – abbiamo chiesto una dettagliata relazione all’ufficio istruzione dopodiché abbiamo inviato un esposto ai carabinieri”. Un secondo esposto è stato presentato dalla famiglia. Il Comune di Castelletto ha organizzato il servizio di scuolabus attraverso due appalti: uno per il trasporto e una per l’assistenza.

L’accompagnatrice di giovedì mattina è già stata sospesa dalla cooperativa.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it