BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gruppo Gewiss, il colosso di Cenate tra ricerca e innovazione

Nel panorama aziendale italiano, costituito per la maggior parte da piccole e medie imprese a conduzione familiare, il Gruppo Gewiss spicca come prestigiosa realtà internazionale di origine bergamasca e come leader italiano nel settore elettrotecnico.

Nel panorama aziendale italiano, costituito per la maggior parte da piccole e medie imprese a conduzione familiare, il Gruppo Gewiss spicca come prestigiosa realtà internazionale di origine bergamasca e come leader italiano nel settore elettrotecnico.

LA STORIA
Gewiss è un’azienda relativamente giovane, fondata nel 1970 da il Cavaliere del Lavoro Domenico Bosatelli, che ne è tuttora il presidente. Il nome Gewiss è di origine tedesca e significa sicuro: la sicurezza domestica per Gewiss è sempre stata il fulcro della propria attività con la produzione di impianti di sicurezza (i cosiddetti salvavita) in ambito civile, terziario e industriale. Tutto è nato con la rivoluzionaria intuizione dell’utilizzo dei tecnopolimeri nell’impiantistica elettrica.

La società ora è divisa in tre aree di business: Power e Building che comprende i sistemi di protezione e i sistemi di connessione e distribuzione dell’energia, Domotica e Illuminotecnica. La sede centrale del Gruppo, che si estende per un’area di 6000 metri quadrati, si trova a Cenate Sotto, in provincia di Bergamo. Inoltre, a Calcinate è stato costruito negli anni 2000 un polo logistico centralizzato dell’azienda, un enorme magazzino che gestisce gli input e output di merce per tutti i Paesi del mondo in cui Gewiss è presente.

I NUMERI
In pochi anni, Gewiss è stata protagonista di una rapida crescita e l’azienda bergamasca è oggi una multinazionale che vanta la propria presenza in 80 Paesi del mondo e conta 6 siti di produzione, 3 in Italia, 1 in Germania, 1 in Portogallo e 1 in Francia. Anche la gamma di prodotti ha avuto una crescita esponenziale con oltre 20.000 prodotti presenti ora in catalogo. Per raggiungere questi risultati sono stati fondamentali gli ingenti investimenti nel corso degli anni in Ricerca e Sviluppo, volti a garantire un’elevata qualità e un alto livello di innovazione. Ad oggi, Gewiss detiene la proprietà di 400 brevetti internazionali. La crisi economica, molto forte nel settore immobiliare e dell’edilizia, non ha fermato l’azienda che, nonostante una lieve flessione dei ricavi, ha sempre saputo mantenere utili e margini positivi. Nel 2016, la società ha fatturato 305 milioni di euro e ha ottenuto un utile netto di 24,3 milioni. Dal 2013 il trend è positivo e in continuo aumento, con i ricavi che stanno tornando ai livelli pre-crisi.

IL FUTURO
Gewiss è sempre stata un’azienda all’avanguardia che ha fatto dell’innovazione il proprio punto di forza. L’eco sostenibilità è la nuova frontiera e la società già da diversi anni è impegnata in progetti riguardanti lo sviluppo e la diffusione dei veicoli elettrici.
A tal proposito, sono da poco state lanciate R-EVolution e R-EVolution Easy, una gamma di prodotti studiata per la distribuzione dell’energia volta alla ricarica dei veicoli elettrici. Si tratta di veri e propri punti di ricarica installabili sia in ambienti privati che pubblici, con differente potenza e grandezza a seconda che la sosta sia prolungata (come può essere in un garage di un’abitazione) o breve (in luoghi pubblici per una ricarica veloce).
Con questi prodotti, Gewiss aspira a superare una barriera alla diffusione dei veicoli elettrici eco-sostenibili, ovvero la scarsa presenza di punti di ricarica sul territorio. Certo le barriere per questo tipo di veicoli sono molte, ma le continue innovazioni e la ricerca non possono fare altro che condurci verso un futuro più eco sostenibile.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.