BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

X Factor, l’enigma: perché i giudici continuano a salvare Rita?

Al quinto live, la ragazza continua a essere un punto interrogativo: il pubblico non la ama, i giudici, evidentemente, l’apprezzano. Ma quanto vale veramente? Si chiede Jessica Camargo Molano su Wired.it

Al quinto live, la ragazza continua a essere un punto interrogativo: il pubblico non la ama, i giudici, evidentemente, l’apprezzano. Ma quanto vale veramente? Si chiede Jessica Camargo Molano su Wired.it

Nonostante la grande novità di presentare gli inediti non più in semifinale ma già al quinto live, a tenere banco a X Factor è ancora Rita Bellanza, nuovamente salvata al ballottaggio.
I due spunti più interessanti sono stati i Maneskin con Chosen, una canzone orecchiabile, ma soprattutto ben interpretata dal frontman Damiano che sarebbe in grado di rendere originale anche Fra Martino campanaro, ed Enrico Nigiotti, autore della musica e del testo di una ballata, L’amore è, che sicuramente è il pezzo più radiofonico fra quelli presentati.
La tanto discussa Rita ha presentato un brano scritto da Levante, Le parole che non dico mai, che, piuttosto che sottolineare le doti della ragazza come interprete, ha messo in luce le capacità della giudice come autrice.
Ma cosa vedono i giudici in Rita Bellanza? Rita ha un timbro particolare, ma è chiaro che, forse a causa della paura del palcoscenico o delle mancanze tecniche, non è in grado, almeno per il momento, di gestire la sua voce.

È evidente che Rita, in questo momento, non è pronta per diventare una cantante professionista. Le esibizioni di Rita sono perennemente in bilico tra il capolavoro ed il disastro ed ogni volta che sale sul palco non sa bene neanche lei come finirà.

L’altro grande problema di Rita è la simpatia, anzi la sua assenza. L’aver ripetuto continuamente che la ragazza ha avuto un’infanzia difficile e l’averle assegnato pezzi impegnati e spesso tristi non ha giovato a Rita, che ormai è percepita dal pubblico come “quella che piange”.
Eppure Rita continua ad essere in gara, dopo il già sorprendente salvataggio della scorsa settimana ad opera del giudice extra Gianni Morandi, ed è riuscita a superare anche il ballottaggio del quinto live di X Factor contro Gabriele, concorrente della squadra di Fedez. Perché i giudici continuano a salvarla? Con obiettività possiamo dire che solo nell’ultima performance, quella del cavallo di battaglia, Rita si è dimostrata superiore a Gabriele, ma è chiaro che, seppure ancora in gara, il percorso di Rita è già finito.

Rita è passata dall’essere la preferita del pubblico ai tempi delle audition con la sua performance in Sally (unica esibizione eccellente finora portata in scena) a ricoprire il ruolo della più odiata. Non è un caso che, furbescamente, Fedez al momento del ballottaggio abbia invitato i suoi colleghi ad andare al tilt: se a decidere fosse stato il pubblico, sicuramente Rita sarebbe uscita, mentre Gabriele sarebbe rimasto in gara.

Dopo il salvataggio di Rita il pubblico ha gridato al complotto e alla raccomandazione e si è levata una rivolta contro i giudici. Ma veramente i giudici si aspettano che, uscita da X Factor, Rita abbia una carriera? Al termine del talent a decretare il successo dei cantanti sarà proprio quel pubblico che tanto odia Rita e che quindi non le accorderà certo il suo favore.

Il talent show è un’arma a doppio taglio: se da un lato dà grande visibilità, dall’altro fa sì che il pubblico si affezioni o non si affezioni ai concorrenti attraverso un giudizio di simpatia, che va al di là delle doti canore. L’antipatia che è emersa nei confronti di Rita va oltre le sue capacità vocali. Chi acquisterà l’album di Rita se non è riuscita a crearsi neanche una nicchia di fan tra coloro che hanno seguito il programma? Oddio, può anche darsi che i giudici si siano investiti della nobile missione di preservare una ragazza ancora acerba, ma dotata di talento, dal tritacarne del pubblico, e in questo caso tanto di cappello. Ma il successo, loro lo sanno meglio di noi, è un mix che ha vari ingredienti che devono essere ben bilanciati: talento, senza dubbio, presenza scenica, un po’ di arroganza e un feeling particolare stabilito con pubblico. Quanto di questo è presente in Rita?

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.