La Foto notizia di BergamoNews

25 novembre

Violenza sulle donne, a Bergamo spuntano panchine rosse contro il silenzio fotogallery

L'Assessore Marchesi: "Saranno permanenti, un segnale per indurre i cittadini a fermarsi e mantenere costante l'attenzione". A verniciarle i richiedenti asilo della Ruah

Panchine dipinte di rosso per mantenere costante l’attenzione sul tema della violenza contro le donne. Dieci in tutto, hanno fatto la loro comparsa in città proprio in queste ore: “È il segnale che vogliamo dare in occasione del 25 novembre, giornata nazionale contro la violenza sulle donne”, spiega l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Bergamo Maria Carla Marchesi, tra i promotori dell’iniziativa insieme al Consiglio delle Donne, alle associazioni Donne per Bergamo e Donne 3.0.

Le panchine colorate dovrebbero essere già ben visibili in piazza Matteotti, Colognola e Santa Lucia, nei parchi Suardi, Loreto e Locatelli, in via Leopardi, come a Longuelo, Piazza Sant’Anna e Malpensata.

Stando agli ultimi dati Istat disponibili, sono 6,5 le denunce per violenza sessuale ogni 100mila abitanti a Bergamo e provincia, mentre 474 sono le donne che nei primi nove mesi del 2017 si sono rivolte ai centri anti-violenza: “Anche per questo motivo le panchine in questione saranno permanenti – prosegue l’Assessore – per indurre i cittadini a fermarsi, a non dimenticare e mantenere l’allerta sul tema sempre alta”.

Le panchine sono state verniciate da un gruppo di richiedenti asilo, gli stessi coinvolti nel progetto ‘Io non sto in panchina’ che Comune di Bergamo, Caritas Bergamo e Cooperativa Ruah hanno avviato nei mesi scorsi per cercare di coinvolgerli in attività di pubblica utilità (leggi qui).

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI