Novara, va a caccia senza autorizzazione: maxi multa a un bergamasco - BergamoNews
I controlli

Novara, va a caccia senza autorizzazione: maxi multa a un bergamasco

Era in assenza di autorizzazione dell’ambito territoriale di competenza

Multa da 300 euro a un cacciatore bergamasco. I carabinieri forestali di Novara hanno eseguito una serie di controlli sul territorio della provincia piemontese, sottoponendo a verifica una decina di cacciatori.

Due le persone che sono finite nei guai. Un cacciatore è stato denunciato all’autorità giudiziaria, mentre a un altro, bergamasco, è stata elevata una sanzione amministrativa da 300 euro.

I militari della stazioni di Oleggio e Novara sono intervenuti nel territorio di Oleggio, dove hanno identificato un cacciatore che esercitava l’attività venatoria con un fucile calibro 12 con più di due cartucce all’interno del serbatoio. Secondo la legge sulla caccia, infatti, questo tipo di comportamento è un reato ed è sanzionato con la pena dell’ammenda fino a 1549 euro. Per questo motivo il cacciatore, un uomo residente a Oleggio, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Novara, mentre l’arma è stata sottoposta a sequestro d’iniziativa, allo scopo di evitare che il reato potesse essere compiuto di nuovo.

Sempre nel corso dell’attività di vigilanza venatoria, è stato individuato un altro cacciatore che esercitava l’attività in assenza di autorizzazione dell’ambito territoriale di competenza. Il cacciatore, un cittadino italiano residente nella provincia di Bergamo, è multato: dovrà pagare una sanzione di 308 euro.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it