Ubi Banca e Credito Sportivo finanziano il nuovo stadio dell'Atalanta - BergamoNews
La novità

Ubi Banca e Credito Sportivo finanziano il nuovo stadio dell’Atalanta

È in programma martedì 14 novembre alle 12 a Roma, nella Sala Consiglio dell’ICS (Via Giambattista Vico, 5), la conferenza stampa di presentazione dell’accordo di finanziamento per l’acquisizione e successiva ristrutturazione dello stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo.

Istituto per il Credito Sportivo e UBI Banca insieme per l’Atalanta. È in programma martedì 14 novembre alle 12 a Roma, nella Sala Consiglio dell’ICS (Via Giambattista Vico, 5), la conferenza stampa di presentazione dell’accordo di finanziamento per l’acquisizione e successiva ristrutturazione dello stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo.

Al programma di ammodernamento degli stadi in Italia si aggiunge dunque un altro importante tassello, con l’Istituto per il Credito Sportivo in prima linea così come avvenuto in altre città italiane (Torino, Udine e Frosinone). L’obiettivo è sostenere la realizzazione di impianti moderni, sicuri e sempre più fruibili da parte dei tifosi.

Alla conferenza stampa di presentazione, oltre al Commissario Straordinario di ICS, Paolo D’Alessio, interverranno il Ministro dello Sport, Luca Lotti, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il direttore generale della Figc, Michele Uva, e i vertici del club bergamasco: il presidente Antonio Percassi e l’amministratore delegato Luca Percassi.

Prevista anche la presenza di Lorenzo Fidato, responsabile Project e Real Estate Finance di UBI Banca.

leggi anche
  • Bergamo
    Quel parcheggio non era previsto: ecco perché i lavori allo stadio dell’Atalanta slitteranno
    rendering stadio
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it