BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La classifica delle scuole d’Italia: Mascheroni e Sarpi si confermano fra i migliori licei

Un ottimo risultato per la scuola superiore bergamasca, che dimostra, anche a livello italiano, di offrire una buona preparazione ai propri studenti, sia nei confronti del mondo universitario che di quello lavorativo.

Come di consueto Eduscopio, la piattaforma online gestita da Fondazione Agnelli, ha diramato l’annuale graduatoria delle scuole superiori italiane, mettendo a confronto i dati riguardanti gli esiti universitari dei diplomati e gli accessi al mondo del lavoro per chi non sceglie la carriera accademica dopo a conclusione della scuola secondaria.

La piattaforma mette a confronto i risultati di un milione di diplomati fra il 2011 ed il 2014 provenienti da più di seimila istituti superiori e permette a studenti e genitori frequentanti le scuole primarie di secondo grado di valutare quale scuola scegliere dopo l’esame di terza media.

LEGGI QUI LA TABELLA COMPLETA

A confermarsi al primo posto con un punteggio di 97,69 su 100 il liceo scientifico “Ancina” di Fossano (CN), da tre anni in testa alla graduatoria, seguito da un altro liceo scientifico, l’ “Ulisse Dini” di Pisa, ed un liceo classico quale il liceo “Sesto Properzio” di Assisi.

Ottima anche la prestazione delle scuole bergamasche, con il Liceo scientifico “Lorenzo Mascheroni”, che si mantiene all’undicesimo posto in assoluto, ed il Liceo Ginnasio “Paolo Sarpi”, giunto anche quest’anno come nel 2016 al ventiquattresimo posto. Più indietro l’istituto “David Maria Turoldo” di Zogno ed il liceo scientifico “Filippo Lussana”, rispettivamente quarantottesimo e quarantanovesimo assoluti, con quest’ultimo che risale di ventuno posizioni rispetto lo scorso anno.

Un ottimo risultato per la scuola superiore bergamasca, che dimostra, anche a livello italiano, di offrire una buona preparazione ai propri studenti, sia nei confronti del mondo universitario che di quello lavorativo.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.