• Abbonati
Pirellone

Regionarie M5S: Buffagni rinuncia, in corsa con Violi c’è De Rosa

A sorpresa scende in campo il parlamentare, mentre il consigliere uscente si prepara alle politiche

Da un lato Massimo De Rosa punta alla Regione Lombardia, dall’altro Stefano Buffagni rinuncia e accetta di correre per il Parlamento. È ufficialmente scaduto il termine per presentare la candidatura alle Regionarie M5s, le primarie in rete per la scelta del candidato governatore per i grillini. Un po’ a sorpresa è sceso in campo il deputato, mentre il consigliere regionale ha deciso di accettare di presentarsi alle prossime politiche. Buffagni lo ha reso noto attraverso un post sui social network: “Non parteciperò – ha scritto sul suo profilo Facebook -. Ho avuto l’onore di essere portavoce dei cittadini lombardi; ho dato il massimo, ho cercato di fare tutto il possibile mettendo sempre al primo posto il bene collettivo” ma “ho deciso di dare la mia disponibilità per portare la voce e le istanze dei cittadini lombardi a Roma. Se mi riterrete all’altezza di questo compito, andrò a dare una mano ai nostri giù a Roma in questa battaglia”.

Per uno che va, ce n’è un altro che viene: “Ho riflettuto, letto, ma soprattutto parlato e discusso con voi che siete la mia famiglia a Cinque Stelle e con chi è la mia famiglia tutti i giorni – ha invece scritto Massimo De Rosa, scegliendo sempre Facebook come canale privilegiato per annunciare la sua decisione -. Se vorrete darmene l’opportunità mi metto a disposizione per portare avanti assieme il lavoro di questi cinque anni in Regione Lombardia”.

A questo punto, il 38enne milanese si candida a essere tra i favoriti nella corsa per diventare candidato M5s insieme al bergamasco Dario Violi, Consigliere regionale che con Eugenio Casalino e Andrea Fiasconaro si è detto pronto a sfidare Gori e Maroni. Gianmarco Corbetta e Paola Macchi hanno invece fatto sapere di voler tentare la strada che porta a Roma.

“Sono stati cinque anni di lavoro fantastici – aveva scritto Violi annunciando la sua candidatura -. Questa partita la sto ancora giocando e non voglio abbandonare il campo prima di vedere realizzato il nostro sogno di cambiamento della Lombardia. Per questo, dopo averci riflettuto a fondo, ho preso la mia decisione: mettermi di nuovo a disposizione per costruire con voi un futuro migliore per la Lombardia”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI