• Abbonati
Il riconoscimento

Per il suo impegno per la pace a monsignor Pizzaballa il “Premio La Pira 2018”

Al bergamasco Pierbattista Pizzaballa, amministratore apostolico del Patriarcato latino in Gerusalemme un riconoscimento per il suo lavoro nel favorire il dialogo tra i gruppi interreligiosi in Terra Santa.

“In un mondo caratterizzato da leader che cercano di evidenziare differenze e contrasti, monsignor Pizzaballa, ha costantemente cercato di affermare il contrario, perseverando nel suo lavoro per favorire il dialogo tra i gruppi interreligiosi in Terra Santa”.

Con questa motivazione al bergamasco Pierbattista Pizzaballa, attuale amministratore apostolico del Patriarcato latino in Gerusalemme, è andato il premio nazionale “Giorgio La Pira Città di Cassano” per l’anno 2018.

Giunto alla sua quinta edizione, il riconoscimento vuole celebrare ogni anno “quegli uomini e quelle donne che, in tutti i campi e a qualunque livello, hanno profuso il loro impegno al servizio degli altri operando instancabilmente per la promozione della pace e del bene comune”.

“Per il lavoro sociale svolto a favore della pace e della concordia – continua la motivazione del premio promosso dal Centro Studi “Giorgio La Pira” di Cassano All’Ionio presieduto da Francesco Garofalo – la promozione della tolleranza, la riconciliazione, il dialogo tra le diverse culture, favorendo la pace e l’arricchimento culturale ed essendo un punto di unione e connessione tra le religioni. Per mons. Pizzaballa, l’impegno per la pace è essenzialmente farsi coinvolgere dalla storia dell’umanità in funzione della storia sacra”.

Nato nel 1965 a Cologno al Serio, Pierbattista Pizzaballa è stato eletto Custode di Terra Santa nel 2004, riconfermato nel 2010 e ancora nel 2013 fino all’aprile scorso. Dopo gli studi a Bologna, La Verna e Roma, nel 1990 era stato ordinato presbitero nella cattedrale di Bologna dal Cardinale Giacomo Biffi. Quindi il trasferimento a Gerusalemme.
La cerimonia del premio si terrà il prossimo 13 marzo, alle ore 18.30, nel Teatro Comunale di Cassano All’Ionio. Per l’occasione mons. Pizzaballa terrà una lectio magistralis su: “La profezia di La Pira: il Mediterraneo come il lago di Tiberiade. Uno spazio di dialogo tra popoli e religioni”. Le prime quattro edizioni sono state conferite al card. Camillo Ruini, Salvatore Martinez, presidente del Rinnovamento nello Spirito Santo, card. Gualtiero Bassetti, attuale presidente della Cei, e a mons. Francesco Savino, vescovo di Cassano All’Ionio.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Arcivescovo Pizzaballa
Chiesa di bergamo
Monsignor Pierbattista Pizzaballa nominato Patriarca di Gerusalemme
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI