BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primo traguardo di BgY: 5 mila likes su Facebook

Nove mesi sono sufficienti per creare una vita, per far sì che il mondo sia pronto ad accogliere due nuovi occhi affamati di novità. Nove mesi sono un lasso di tempo sufficiente per formare qualcosa di nuovo, di originale.

Più informazioni su

Nove mesi sono sufficienti per creare una vita, per far sì che il mondo sia pronto ad accogliere due nuovi occhi affamati di novità. Nove mesi sono un lasso di tempo sufficiente per formare qualcosa di nuovo, di originale.

BGY- Be Young, il giornale di Bergamonews fatto dai giovani per i giovani, ha sorpreso il suo pubblico sin dai suoi primi giorni, da quando ancora non si era formato e, forse, non era pienamente pronto a gettarsi nella mischia. Da gennaio 2017 i suoi giovanissimi collaboratori si sono fatti sentire, hanno speso il loro tempo destreggiandosi tra studio, lavoro e i primi articolo da scrivere. Con il loro entusiasmo hanno dato linfa vitale a questo progetto innovativo, sperimentale, unico nel suo genere, arrivando a creare, riga dopo riga, intervista dopo intervista, un giornale a tutti gli effetti, primo in Italia, interamente scritto da ragazzi.

Siamo partiti con due o tre collaboratori, un articolo al giorno e qualche like sulla pagina Facebook. Era difficile crederci, far leggere e scrivere dei ragazzi, in un mondo e in un’epoca in cui i giornali non vengono letti e i pensieri si esprimono con un tweet di 200 caratteri, sembrava un’impresa impossibile. Ma ci sbagliavamo. L’animo rivoluzionario, la voglia di cambiamento, il desiderio di staccarsi dalla massa e di raccontare al mondo le proprie idee, non sono scomparse.

“L’impresa eccezionale, dammi retta, è essere normale”, cantava Lucio Dalla. E i nostri ragazzi ce l’hanno dimostrato. Mese dopo mese, il nostro progetto non ancora completamente formato ha iniziato a mostrarsi, a farsi conoscere, a far parlare di sé: ha iniziato a mostrare la sua forza e il suo potenziale arrivando a 70 collaboratori e 500 articoli pubblicati. Siamo diventati esempio per i neonati giornali dei giovani che, rafforzati dal nostro percorso, hanno iniziato a crearsi anche al di fuori della città di Bergamo.

Il nome di BGY ha iniziato a circolare sempre di più e il format “giornale dei giovani” ha incominciato a piacere, destando la curiosità di altre testate che, a modo loro, hanno riproposto uno spazio young. Siamo sopravvissuti all’estate, la stagione più temuta vista l’interruzione scolastica, dimostrando, ancora una volta, che l’entusiasmo dei ragazzi era forte anche in vacanza stesi al sole. Con l’inizio di settembre è iniziato un nuovo anno scolastico e anno accademico che hanno portato all’adesione di nuovi ragazzi, grazie alla comunicazione nelle scuole, la collaborazione con gli insegnanti e il passa parola tra compagni di banco; senza dimenticare l’inizio della seconda edizione della Bergamonews Academy che ha fatto in modo di diffondere il verbo young di BGY (LEGGI QUI)

E siamo arrivati ai primi di novembre. Nove mesi di BGY e, finalmente, possiamo dire che il nostro piccolo sogno ha aperto, definitivamente, gli occhi sul mondo con i suoi più di 1000 articoli pubblicati, 110 collaboratori, 5 mila like sulla pagina Facebook e 10 mila visualizzazioni al giorno. 

Ma il percorso non finisce qui, anzi! I nostri occhi sono pieni di entusiasmo e affamati di vita. Ancora di più, tanto da impazzirne.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.