Quantcast
Racconti, film, testimonianze di montagna: torna "Il Grande Sentiero" di Lab 80 - BergamoNews
L'appuntamento

Racconti, film, testimonianze di montagna: torna “Il Grande Sentiero” di Lab 80

Dal 4 novembre al 7 dicembre, nel programma dell'edizione 2017 ci sono più di 15 proposte, tra film mai visti a Bergamo, incontri con i protagonisti, presentazioni di libri e musica dal vivo

Montagna, viaggi, esplorazioni, conquiste ma anche sfide e storie di vita. È “Il Grande Sentiero” di Lab 80, rassegna che quest’anno giunge alla nona edizione con un programma fatto in gran parte di anteprime cinematografiche e incontri originali e sale sempre colme di pubblico.

Dal 4 novembre al 7 dicembre, nel programma dell’edizione 2017 ci sono più di 15 proposte, tra film mai visti a Bergamo, incontri con i protagonisti, presentazioni di libri e musica dal vivo.

Gli eventi si svolgono a Bergamo e Nembro: al Palamonti e all’Auditorium di Piazza Libertà a Bergamo, all’Auditorium Modernissimo e alla sede del GAN a Nembro.

Primo appuntamento sabato 4 novembre: al Palamonti, sede del CAI di Bergamo (preziosa collaborazione nell’organizzazione della rassegna), alle 21 i due giovani bergamaschi Zeno Lugoboni e Luca Bonacina raccontano la loro avventura: “Lungo il confine”. I due ragazzi, di 19 e 23 anni, hanno percorso in 18 giorni i 340 chilometri del confine della provincia bergamasca, alternando camminata, bici e kayak. 120mila metri di dislivello e più di 100 vette raggiunte.

E poi il programma continua. Martedì 7 cominciano le proiezioni cinematografiche all’Auditorium di Piazza Libertà a Bergamo. Da segnalare i film “Le allettanti promesse” di Chiara Campara e Lorenzo Faggi, racconto del raduno mondiale di Wikipedia che si è svolto nel minuscolo paesino montano di Esino Lario nel 2016 (martedì 7 novembre); “Becoming Who I Was” di Chang-yong Moon e Jin Jeon, storia dell’amicizia tra il piccolo Angdu, riconosciuto come reincarnazione di un monaco tibetano, e del maestro del suo villaggio che lo accompagna e protegge in un lungo viaggio (mercoledì 8 novembre), e “La vallèe des loups” di Jean-Michel Bertrand, storia di un uomo che poco alla volta riesce a farsi accettare da un branco di lupi, tra paesaggi meravigliosi e nel lento alternarsi delle stagioni (giovedì 9 novembre).

Venerdì 17 novembre le proiezioni si spostano all’Auditorium Modernissimo di Nembro: dalle 21 quattro corti e mediometraggi provenienti da Svizzera, Francia, Polonia e Spagna si alternano raccontando storie di sfide e grandi scalate.

Ancora a Nembro, giovedì 23 novembre alla sede del GAN, dalle 21, proiezione del filmato inedito Yosemite ’74 e a seguire presentazione del libro Bertone. La montagna come rifugio di Guido Andruetto, edito da Castelvecchi. Sarà presente l’autore.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI