Simbolo del paese

Cavernago, in municipio torna un frammento dello storico “Piantone”

Il vecchio platano venne abbattuto nel 1976 dall'Anas in quanto ritenuto pericoloso per la viabilità della vicina strada provinciale

Il “Piantone di Cavernago” è uno dei simboli più famosi legati alla storia del paese bergamasco. Un antico platano di oltre 160 anni di età, considerato tra i più belli e maestosi della Lombardia, che sorgeva all’interno del giardino nelle immediate vicinanze del Castello che fu proprietà di Bartolomeo Colleoni.

Conosciuto anche come “L’albero della Libertà” in quanto piantato in epoca napoleonica da Giovanni Estore Martinengo Colleoni per “rendere omaggio” alla liberazione dalla dominazione veneta venne abbattuto nel 1976 dall’Anas in quanto ritenuto pericoloso per la viabilità della vicina strada provinciale.

Una grande perdita per l’intera comunità, che all’epoca si era mobilitata per evitarne la triste sorte, con alcuni abitanti che riuscirono ad impossessarsi di alcuni frammenti di questa storica pianta che ancora oggi viene ricordata con affetto dai concittadini più anziani.

Ora, a distanza di oltre 40 anni, una famiglia cavernaghese ha deciso di donare uno di questi cimeli, e più precisamente un grande frammento di corteccia, al Comune di Cavernago. Un omaggio sicuramente gradito dall’amministrazione, che ha deciso di appendere questo dono in una sala del municipio accanto proprio a una storica foto del “Piantone”.

Un piccolo gesto per la comunità che sicuramente farà piacere a tutti i cittadini, con gli organi comunali che entusiasti affermano: “Il passato è storia, conoscerlo e tenerne in vita il ricordo è un nostro dovere.”

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI