BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I voli cancellati non fermano la crescita di Ryanair

E da settembre al prossimo marzo, Ryanair mantiene le stime per il 2017-2018 con l'utile tra 1,4 e 1,45 miliardi di euro.

“Solidi risultati del primo semestre rafforzano il modello di crescita e di basso costo Ryanair, nonostante il periodo segnato da problemi operativi legati al programma di ferie dei piloti”: così il patron di Ryanair Michael O’Leary commenta i conti del primo semestre della compagnia irlandese. Utile in crescita dell’11% a 1,293 miliardi di euro grazie ad un aumento del traffico e dei minori costi di carburante. Il traffico è incrementato dell’11% in questo periodo portando la compagnia low cost a quota 72,1 milioni di passeggeri. Hanno contribuito le vacanze di Pasqua e la riduzione dei prezzi dei biglietti del 5%.

Nonostante la cancellazione di migliaia di voli, da settembre al prossimo marzo, Ryanair mantiene le stime per il 2017-2018 con l’utile tra 1,4 e 1,45 miliardi di euro.

A fine settembre Ryanair aveva deciso improvvisamente di cancellare oltre duemila voli, 40-50 al giorno. Una decisione maturata ufficialmente per recuperare il monte ferie dei dipendenti della compagnia irlandese prima della fine dell’anno ed evitare le penali, oltreché per continuare a garantire la puntualità dei voli. I passeggeri erano stati avvisati con un sms e con poche informazioni sul sito della compagnia. Ryanair aveva minimizzato: “La cancellazione impatta solo sul 2% dei nostri voli” spiegava O’Leary. Il numero uno della società ha poi messo in conto 20 milioni di euro per pagare i rimborsi e 5 milioni in meno di fatturato per i biglietti perduti a seguito delle cancellazioni.

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.