BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gori ai Cinque Stelle: “Non mi dimetto, deciderò in base alla legge”

Il sindaco di Bergamo candidato unico del Pd per la corsa a governatore della Regione, si scatenano le reazioni dei partiti avversari. Lui replica: "Non lascerò prima del voto"

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori risponde a colore che ne hanno chiesto le dimissioni dopo la candidatura a presidente della Regione Lombardia per il Pd: “Il sindaco Gori non si dimetterà prima del voto – fa sapere attraverso il suo portavoce -. Deciderà in base a quanto la legge dispone, come è successo nel passato per molti altri sindaci di centro destra e lega”.

Martedì 31 ottobre, i consiglieri del M5S di Bergamo Dario Violi, Marcello Zenoni e Fabio Gregorelli ne avevano chiesto le “dimissioni immediate” sostenendo che “il ruolo di Consigliere regionale e quello di sindaco sono incompatibili. Gori non può usare la poltrona di sindaco come salvagente” (leggi qui).

Alla richiesta dei grillini ha fatto seguito quella dell’onorevole della Lega Nord, Paolo Grimoldi: “Una città importante come Bergamo non può avere un sindaco part time impegnato in campagna elettorale. Per coerenza e per rispetto dei cittadini bergamaschi si dimetta” e “si concentri solo sulla sua campagna elettorale per la Regione e lasci amministrare la città a chi ha veramente a cuore gli interessi di Bergamo e non quelli di carriera personale”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.