BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al MuBa di Milano i bimbi giocano coi colori e sviluppano la creatività

Al Museo dei Bambini i piccoli possono entrare solo se accompagnati così condividono le esperienze sensoriali coi genitori.

Più informazioni su

Non so quanti bergamaschi conoscano questa bellissima struttura, però sono certa che i genitori milanesi ne sono informati e la apprezzano tantissimo. Infatti, riuscire a prenotare dei posti per i laboratori didattici del MUBA (Museo dei Bambini a Milano), non è facile, sono pieni! Parto col dire che raggiungere la meta in macchina è facile, se si va nel week-end, perché non vale il divieto d’ingresso nell’area C. I parcheggi ci sono, quindi vi consiglio di andare a provare uno dei laboratori proposti dal Museo.

L’edificio è già di per sé bellissimo, di stile tardo-barocco, con un grande spazio esterno per giocare e sale ampie all’interno dove propongono le varie attività ai bambini. C’è anche un bar ed una libreria con tantissimi libri davvero interessanti per i più piccoli. MUBA è un centro permanente di progetti dedicati all’infanzia, dove i bambini e i loro accompagnatori devono condividere l’esperienza insieme, i minori non accompagnati non sono ammessi alla mostra.

E’ un luogo aperto a tutti, dove subito all’ingresso si può iniziare a giocare con due lavagne, una per disegnare con i gessetti e l’altra magnetica dove appiccicare forme geometriche colorate. Sempre in questa area libera ci sono elefantini di plastica da cavalcare, qualche lego ed in alcuni periodi dell’anno, installazioni interattive.

Le proposte sono diverse e cambiano nel tempo, attualmente la grande mostra-gioco che organizzano si chiama COLORE ed è quella a cui abbiamo partecipati io e i miei figli, ma ci sono progetti in concomitanza con il Salone del Mobile di Milano, con il Book City e con il Piano City, oppure laboratori dedicati alla giornata mondiale sull’ambiente, sull’alimentazione, ecc.

MUBA offre due spazi di attività, uno è appunto la mostra-gioco, l’altro è REMIDA, un centro di formazione sensoriale per bambini dai 2 agli 11 anni. A disposizione dei bimbi e dei loro accompagnatori ci sono una selezione di materiali come scarti di carta, ceramiche, stoffe, corde, gomma, legno, metallo, ecc. con cui sperimentare e giocare. Gli educatori aiutano il processo di gioco e fanno divertire tutti i partecipanti. Per un week-end al mese il progetto REMIDA PER I Più PICCOLI è dedicato ai bambini che hanno compiuto un anno e per loro ci sono materiali di grandezza adeguata, idonei alla loro età.

museo bambino

Insomma, è un Museo dedicato alla creatività dei nostri cuccioli, un luogo dove giocare e imparare qualcosa usando la fantasia. Non sono molti gli spazi adibiti esclusivamente a questo genere di attività, ci sono laboratori didattici in molti Musei, è vero, ma una intera struttura basata su questo tipo di lavori, non credo. E sono a favore dell’obbligo di accompagnare i bambini, in questo modo anche l’adulto che vive questi momenti con il suo piccolo, partecipa attivamente a qualcosa di bello, qualcosa di cui poter parlare finito il laboratorio, qualcosa da ricordare.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.