BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Strudelone di 43.80 metri a Clusone: il ricavato in beneficenza fotogallery

Un mare di persone, nel pomeriggio di sabato 28 ottobre, si sono recate in Via San Defendente per dare vita a questa manifestazione a scopo benefico

Lo strudelone a Clusone ha raggiunto la lunghezza di ben 43.80 metri, rispetto ai 32.80 dello scorso anno.  Dopo il successo della prima edizione, è stata proposta la seconda e, anche questa volta, la soddisfazione è stata alta.

Un mare di persone, nel pomeriggio di sabato 28 ottobre, si sono recate in Via San Defendente per dare vita a questa manifestazione a scopo benefico: il ricavato, infatti, sarà destinato per regalare delle nuove divise ai ragazzi Insuperabili della scuola calcio di Rovetta e per acquistare un gioco inclusivo, utilizzabile anche da persone diversamente abili, da collocare in uno dei parchi di Clusone.

“La gente – afferma soddisfatto Davide Duci, il maestro pasticciere che ha realizzato il maxi strudel – ha risposto positivamente a questo evento. Dopo due giornate di lavoro, sette ore di cottura con l’impiego di 220 kg di ingredienti, sono molto contento del risultato ottenuto”.

Ma il maestro Duci non era solo nel corso dell’allestimento e dell’organizzazione: nei giorni precedenti alla festa, i ragazzi Insuperabili di Rovetta hanno raggiunto la pasticceria per dare il loro contributo nella preparazione degli ingredienti.

Presente all’evento anche Alessandro Sorte, Assessore alla mobilità di Regione Lombardia: “Ho accettato molto volentieri l’invito a questa originale festa: il paese di Clusone, e non solo, ha partecipato all’iniziativa e Regione Lombardia non poteva mancare. Nella prossima edizione lo strudel dovrà battere il record dei 43.80 metri di lunghezza”.

Numerosi i ringraziamenti da parte di Lisa Carrara, organizzatrice e ideatrice di questa giornata: “Prima di tutto, grazie a tutte le persone che oggi sono accorse in Via San Defendente rendendo magnifica la nostra festa. I miei ringraziamenti vanno poi a Davide Duci e sua moglie Anna, ai ragazzi della Consulta Giovani di Clusone che hanno collaborato attivamente, al Comune che accetta sempre le mie iniziative, al comandante della Polizia Locale di Clusone Danilo Giudici, al vice sindaco del paese Antonella Luzzana e, infine, grazie ad Alessandro Sorte per la sua presenza oggi”.

“Il mio obiettivo da due anni a questa parte – conclude Carrara – è quello di rendere sempre più viva la nostra Clusone. Lancio un particolare appello ai giovani: bisogna fare gruppo e realizzare feste ancora più grandi per il bene del nostro paese”.

Dopo la misurazione ufficiale e la foto di gruppo, il maxi strudel è stato distribuito a tutti i presenti e la festa ha continuato a colorare con spettacoli e animazione via San Defendente per tutto il corso del pomeriggio.
Il primo cittadino di Clusone, Paolo Olini, ha omaggiato con un libro riguardante l’orfanotrofio femminile del paese, un portachiavi e una lettera di ringraziamento il Pasticciere Duci. “L’auspicio – dichiara Olini – è che dopo questa seconda edizione, ne segua una terza”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.