BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bossetti, compleanno in carcere con la sorella gemella: “Dimostreremo l’innocenza”

Il carpentiere di Mapello riceverà la visita dei familiari. La moglie Marita Comi con i tre figli Nicolas di 16 anni, Alice di 13 e Aurora di 11

Compleanno in carcere per Massimo Giuseppe Bossetti. Il carpentiere di Mapello compie oggi 47 anni. Da tre e mezzo, dal 16 giugno 2014 per la precisione, è rinchiuso nel penitenziario di via Gleno a Bergamo per il brutale delitto di Yara Gambirasio. Lo scorso 17 luglio la Corte d’Assise di Brescia ha confermato la condanna all’ergastolo (LEGGI QUI).

Bossetti riceverà la visita dei familiari. La moglie Marita Comi con i tre figli Nicolas di 16 anni, Alice di 13 e Aurora di 11. La mamma Ester e la sorella gemella Laura Letizia: “Non sarà certo un bel compleanno, ma lui non può rimanere solo – ha raccontato la donna a Iceberg su TeleLombardia – . Massimo ti voglio bene, sai che lotteremo fino alla fine. Non ti preoccupare non sei solo, lotta, lotta, lotteremo insieme. Come sei entrato uscirai anche da quel cancello a testa alta, con la tua dignità. Troveremo i veri colpevoli”.

Massimo Giuseppe Bossetti

Il Massimo che conoscete è quello descritto nelle motivazioni, con interesse per le adolescenti, senza freni inibitori?

“No assolutamente non è lui. Io ci sono cresciuta. È sempre stato pronto ad aiutare il prossimo, sempre. Si è sempre comportato correttamente, mai squilibri, mai niente. Se avesse fatto una cosa del genere l’avrebbe detto subito Massimo ma non è lui. Perché lo si vede solo guardandolo in faccia, Massimo è molto sincero e corretto”.

E quel famoso Dna che secondo i giudici lo inchioda?

“Io ho seguito tutte le udienze. Il dottor Casari aveva detto che al San Raffaele di Milano c’erano altre provette. Come la mettiamo? Perché non gli danno la prova regina? Io combatterò fino alla fine per riuscire ad avere questo diritto di mio fratello perché non può difendersi ed è un detenuto prigioniero di stato”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.