BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Grassobbio cena solidale per i terremotati

A distanza di più di un anno, il Comune di Grassobbio non si è dimenticato di quelle zone messe in ginocchio dal sisma, e ha voluto organizzare un evento il cui ricavato verrà interamente devoluto alla città marchigiana

Sabato 28 ottobre presso la Sala Multifunzionale di Grassobbio in via Zanica 2 avrà luogo una cena solidale per aiutare la località di Visso, colpita dal terremoto di fine agosto 2016. A distanza di più di un anno, il Comune di Grassobbio non si è dimenticato di quelle zone messe in ginocchio dal sisma, e ha voluto organizzare un evento il cui ricavato verrà interamente devoluto alla città marchigiana. La cena sottolinea l’impegno di Grassobbio, e del proprio Comune in particolare, nella solidarietà verso quei paesi che ancora oggi non sono riusciti a rialzarsi, complice anche lo scaricabarile di responsabilità messo in atto dalle Istituzioni.

Saranno disponibili due tipi di menù: uno per gli adulti a base di carbonara – una delle specialità locali – con pane, 1/2 litro d’acqua e un bicchiere di vino; l’altro, per i più piccoli, con pasta al pomodoro o in bianco, pane e 1/2 litro d’acqua. La cena andrà ad aggiungersi agli altri eventi solidali già organizzati dal comune di Grassobbio, come la raccolta di viveri a lunga scadenza portati direttamente a Visso ai primi di Aprile, la raccolta di vestiario per il comune di Fiastra, o la cena solidale a base di amatriciana organizzata il 15 ottobre 2016.

“L’idea – spiega il Consigliere Comunale con delega allo Sport e al Commercio Manuel Bentoglio – è nata grazie ai volontari di A.T.A. (Associazione Tifosi Atalantini) di Grassobbio che, quando hanno portato i primi aiuti umanitari ad Amatrice, sono passati per Fiastra e Visso. Questo passaggio ha permesso al Comune di Grassobbio di poter aiutare anche questi piccoli paesi, poco conosciuti e dispersi sui Monti Sibillini. Oltre alla cena, a noi, come amministrazione comunale, interesserebbe tornare di nuovo fisicamente a Visso, perché è lì che c’è più bisogno d’aiuto.”
L’Assessore alla Cultura e al Tempo libero del Comune di Grassobbio Lorenza Giangregorio riporta un dato importante: “Più dell’80% della popolazione vive tuttora fuori casa, in quanto non sono ancora state stabilite le zone dove si può tornare a costruire. In più, non ci sono le scuole, e la quasi totalità dei bambini si sono iscritti a scuole fuori paese, aspetto non trascurabile considerando che non si sa se torneranno”.

All’organizzazione della cena hanno partecipato undici associazioni di Grassobbio, e, al riguardo, l’Assessore Giangregorio ha dichiarato: “La sinergia fra enti politici ed associazioni locali è necessaria, in quanto un’amministrazione che si stacca dalle associazioni del suo territorio sta sbagliando già in partenza. In fondo, l’unione fa la forza, soprattutto in questi grandi eventi, e proprio il coinvolgimento delle associazioni era uno dei nostri punti chiave quando abbiamo iniziato questo percorso”. “Ognuno ovviamente – chiarisce il Consigliere Bentoglio – in base alle proprie possibilità e ai propri impegni, ma per far qualcosa di bello e utile è importante la collaborazione di tutti”.

cena solidale grassobbio

 

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.